Champions League, Bayern sconfitto e United sofferente: le piccole danno filo da torcere alle grandi

Spartak Mosca-Celtic Glasgow 2-3 è stato un ottimo antipasto prima di una grandissima serata. In campo, infatti, ci sono quasi tutte le più grandi d’Europa: c’è il Manchester United, che gioca in casa del Cluj, il Bayern Monaco, ospite del BATE Borisov, il Chelsea campione in carica contro il Nordsjaelland e, soprattutto, il Barcellona a Lisbona contro il Benfica, per quella che si preannuncia essere la sfida più spettacolare del giorno.

Quanto alle altre gare, noi daremo per ovvi motivi un’occhiata a Juventus-Shachtar Donetsk, prima gara di Champions dei bianconeri allo Juventus Stadium. Chiudono il programma Valencia-Lille e Galatasaray-Sporting Braga.

Si comincia alle 20.45 con il fischio d’inizio per tutte le gare. Il Chelsea è vicina all’essere la prima a segnare con una conclusione di Oscar di poco a lato, mentre il Benfica parte già all’attacco del colpaccio contro i blaugrana. Ma è proprio il Barcellona a segnare per prima, al sesto minuto: Sanchez riceve la palla dopo una magia di Messi e non può non segnare. Gara già in salita per i portoghesi. Un minuto dopo, a Valencia, i padroni di casa sciupano un’incredibile occasione con Feghouli che spara alto a tu per tu col portiere. Il Benfica, intanto, è vicina al pareggio, ma Valdes dice ancora di no. Benfica-Barcellona è iniziata davvero nel migliore dei modi. Al tredicesimo il Cluj passa clamorosamente in vantaggio! I romeni si stanno rivelando avversari molto insidiosi per lo United, che si prende il gol dell’incredibile 1-0. Rooney prova a pareggiare con una sassata, ma il tiro è facile preda del portiere. Come il Cluj, anche il Nordsjaelland gioca benissimo contro il Chelsea, mettendolo in difficoltà. Ne potrebbe approfittare la Juventus, che però subisce il gol dello Shachtar Donetsk da parte di Alex Teixera. Il vantaggio ucraino, però, dura appena tre minuti grazie al pareggio di Bonucci. In questi minuti succede di tutto, soprattutto il vantaggio del Bate contro il Bayern, dopo che i tedeschi avevano dominato la partita. A ridosso della mezzora, il Manchester riesce a riacciuffare il Cluj grazie a un super Van Persie, quasi in contemporanea col vantaggio del Braga in Turchia. Tutte le gare si stanno avvicinando bene al termine del primo tempo. Al minuto trentatré, è il Chelsea a trovare il gol del vantaggio grazie a Mata, mentre il Valencia a sette dell’intervallo si fa perdonare l’errore dell’avvio grazie a un gol di Jonas.

Terminano, quindi, i primi quarantacinque minuti per tutte le gare. Ricapitoliamo: la Juventus sta pareggiando 1-1 contro lo Shachtar, così come lo United contro il Cluj, mentre tutte le altre sono sul parziale di 1-0 o 0-1.

Tutti i discorsi sono aperti, dunque, e si riparte. E’ Van Persie il primo a segnare nella ripresa, completando la rimonta dello United, sofferente come non mai. In Danimarca, intanto, sia il Chelsea che il Nordsjaelland sciupano delle incredibili palle gol. C’è, intanto, al cinquantaseiesimo, il tempo per un’altra magia di Messi che serve il pallone a Fabregas che raddoppia: 0-2 e partita quasi chiusa. Tutte le partite si avvicinano all’ultimo quarto di gara e le squadre sono ancora decise a segnare, soprattutto, ovviamente, quelle che stanno perdendo. L’unica che soffre è il Bayern Monaco, che per un pelo non subisce il gol del doppio svantaggio grazie a un erroraccio del BATE. Il gol di Fabregas, però, resta l’ultimo della serata fino al settantaquattresimo, quando Jonas raddoppia: il Valencia è ora sopra di due gol! Proprio in quel momento, il Nordsjaelland è arrivato vicinissimo al pareggio, colpendo il palo dopo un miracolo di Cech che permette ai campioni in carica di conservare il vantaggio. Un minuto dopo è invece il Chelsea ad andare vicino al gol, ma a Oscar viene annullato un gol per un fallo precedente. E’, invece, regolare il gol di Rodionov che mette in ginocchio il Bayern Monaco a poco più di dieci minuti dalla fine! Non è un gol, ma è una notizia altrettanto brutta per il Barcellona l’infortunio di Puyol che si rompe il braccio atterrando malissimo dopo uno stacco. Mata, intanto, chiude la pratica per il Chelsea, che è ora in vantaggio di tre reti a otto dalla fine. Il Nordsjaelland, però, ha giocato un’ottima partita. Altrettanto ottima quella del BATE, che conserva il 2-0 dopo una traversa di Ribery.

Tutte le partite stanno finendo, mentre il Chelsea trova anche la rete del 4-0 ad opera di Ramires: risultato ingiusto quello di stasera, poiché il Nordsjaelland avrebbe meritato molto di più che perdere di quattro gol. La prima a terminare è Valencia-Lille, che finisce 2-0: la doppietta di Jonas ha regalato i tre punti ai padroni di casa. Segue Juventus-Shachtar Donetsk, che termina 1-1: secondo pareggio consecutivo per i bianconeri, che mantengono l’imbattibilità ma si trovano, però, a 2 punti, contro i 4 di Chelsea e Shachtar. Terminano anche le gare delle inglesi, entrambe vittoriose ma che hanno rischiato di subire molto, United in primis. In extremis, invece, dopo che Ribery aveva finalmente accorciato le distanze, il BATE chiude la gara grazie a Renan Bressan: 3-1 storico per i bielorussi. Termina anche Benfica-Barcellona: 0-2 per i blaugrana che si confermano padroni del girone. 0-2 finisce anche l’altra gara con una portoghese in campo, ma stavolta è la portoghese a vincere: è di Alan, infatti, il gol che chiude la pratica, regala i tre punti al Braga e sancisce la fine della giornata.

Che gare incredibili! BATE Borisov, Cluj e Nordsjaelland hanno dato parecchio filo da torcere alle big che avevano contro, sebbene solo i bielorussi abbiano vinto. Ottima prestazione di Juventus e Valencia. Ma la seconda giornata è soltanto a metà: appuntamento a domani sera, con altre otto grandi partite europee.