La Roma vola, il Palermo affonda

Che Roma! Quando vuole gioca e diverte. La cura Zeman la si vede in questi momenti. Il Palermo è schiantato, 4 a 1. In pratica non c’è stata partita se è vero che il portiere di casa deve attendere oltre un’ora per potersi sporcare i guantoni. Unico neo l’espulsione di Destro che si è fatto ammonire una seconda volta dopo aver segnato il gol del parziale 4 a 0. Tanta l’arrabbiatura per il tecnico boemo che non lo avrà per il prossimo derby.

L’inizio della Roma è interessante. Bradley è uno dei più positivi dello schieramento di Zeman. Il Palermo non riesce ad opporsi troppo lasciando ampi varchi agli avversari. Non che, almeno inizialmente, Ujkani debba fare gli straordinari ma l’azione giallorossa è costante. Come logica arriva la rete del vantaggio. Sono passati undici minuti dal fischio di inizio. Piris crossa per Osvaldo che non ci arriva. Dietro di lui c’è Totti che colpisce di testa, Ujkani interviene smanacciando sul palo, sfera ancora al capitano capitolino che, sempre di testa, le deposita in fondo al sacco, 1 a 0. Il Palermo non reagisce pur cambiando modulo e passando al 4-4-2 con Pisano avanzato sulla linea dei centrocampisti. Miccoli direttamente dalla bandierina chiama Goicoechea alla parata. Ma a segnare è ancora la squadra di casa con il bomber Osvaldo che poco prima si era fatto curare a bordo campo. Clamoroso lo scontro tra Munoz e Ujkani che lasciano il pallone al capitolino che non ha difficoltà a segnare, 2 a 0 Roma. Gasperini si gioca la carta Bertolo togliendo uno spento Pisano. Ma il pallino del gioco resta tra i piedi romanisti con Lamela che si crea un paio di opportunità senza sfruttarle.

Anche nella ripresa a fare la gara è la Roma che ha subito una buona opportunità con Burdisso di testa ma Ujkani para. Munoz sbaglia ancora ma Bradley non ne approfitta e Lamela calcia trovando una deviazione che manda la palla sopra la traversa. Ospiti imbambolati e poco produttivi in attacco. Ilicic entra per Kurtic, è la nuova mossa di Gasperini ma è ancora Osvaldo a rendersi pericoloso con una conclusione che finisce di poco a fondo campo. La Roma si diverte ed insiste. Così al 24′ arriva anche la terza rete realizzata da Lamela che approfitta di un cross di Tachtsidis per battere Ujkani. Arrivano quindi dei cambi. Gli ospiti mandano dentro Dybala per Brienza mentre i locali inseriscono Marquinho e Destro per Florenzi e Totti. Al 29′ primo pallone toccato da Goichoechea sul tentativo di Ilicic. Ammonito quindi Destro per gioco scorretto. L’ex Siena realizza la quaterna saltando anche il portiere dopo un assist di Lamela. Ma il giocatore d’attacco romanista si fa ammonire ingenuamente per essersi tolto la maglia e l’arbitro lo espelle. Clamorosa la sciocchezza di Destro che salterà il derby. Zeman infuriato con il giocatore. Entra Pjanic per Lamela per gli ultimi 10 minuti di gara. Arriva anche la rete della bandiera per i palermitani con Ilicic e le ammonizioni in sequenza di Burdisso e Munoz.