Robinho segna, la Juventus non recupera

Il Milan fa suo il big match contro la Juventus grazie ad un rigore realizzato da Robinho. Partita interessante con i padroni di casa che hanno giocato meglio nel primo tempo mentre agli ospiti è andata la ripresa nella quale hanno pressato continuamente senza però riuscire a bucare la difesa di casa. Da rimarcare la prestazione molto buona dell’esterno di difesa De Sciglio da una parte mentre sull’altro fronte troppi gli errori nei suggerimenti di Isla (meglio Padoin nella ripresa) e Vidal.

Abbiati assente (problema alla schiena) sostituito da Amelia nel Milan mentre nella Juventus si presenta in campo Isla e non Lichtsteiner mentre in difesa c’è Caceres con Bonucci e Barzagli centrali. Milan che attacca alto mettendo in difficoltà la Juventus. Prima conclsuione dopo cinque minuti di De Sciglio, dopo aver saltato facile due avversari, palla di poco a fondo campo sul palo lontano di porta. Dopo l’inizio titubante, la squadra di Alessio prende campo anche se pericoloso è ancora il Milan. Se ne vanno in due, Robinho e Boateng, il primo serve palla al secondo che calcia, Buffon devia in tuffo poi Pirlo libera. Viene ammonito quindi Nocerino dopo un fallo su Caceres. Equilibrio tra le due squadre soprattutto in mezzo al campo. Alla mezzora Isla tocca palla tra schiena e mano in area, l’arbitro decreta il rigore ammonendo il bianconero che Robinho trasforma nonostante il tentativo quasi riuscito di Buffon, 1 a 0 Milan. Juventus che non riesce a riorganizzarsi. Viene sanzionato Bonucci per gioco scorretto. Si chiude così un primo tempo che il Milan ha fatto suo soprattutto grazie alla sua maggiore cattiveria agonistica rispetto ad una Juventus titubante che ha commesso troppi errori anche nei più semplici passaggi.

Alessio manda in campo Padoin al posto di un negativo Isla cui in pratica non è riuscito nulla. Juventus che sembra più in partita anche se chi rischia è soprattutto Buffon con un rilancio di piede sbagliato sul quale Barzagli salva tutto contrastando El Shaarawy. Spinge la Juventus coi suoi effettivi ma non crea molto vista la buona copertura del campo da parte dei padroni di casa. Nuovo cambio in casa piemontese con Giovinco che sostituisce Quagliarella. Amelia salva la sua squadra in uscita col pugno per deviare un cross pericoloso di Vidal, Milan che fatica a cominciare l’azione dalla retroguardia. Va fuori nella squadra di casa uno stanco Robinho per Pazzini. Nocerino avanza quaranta metri palla al piede e calcia do poco sopra la traversa. Cambi nelle due squadre: Pogba per Asamoah tra gli ospiti e Zapata per l’infortunato Mexes tra i locali e poi Flamini per Boateng. Insiste la Juventus in attacco e con Vucinic va due volte alla conclusione, prima trova Constant sulla sua conclusione quindi c’è Amelia che devia in angolo la sfera. Inutili i quattro minuti di recupero nonostante la Juventus ci provi in tutti i modi a raggiungere la parità. Si chiude con l’ammonizione per Yepes e Giovinco per reciproche scorrettezze. Domani sera Inter e Napoli avranno la grande possibilità di avvicinare la vetta, ovviamente riuscendo a passare rispettivamente a Parma e Cagliari.