Il big match: si accende Milano, c’è il derby

Non ci sono problemi nel trovare il big match della settima giornata di ritorno. E’ il derby Inter-Milan che caratterizza il prossimo weekend. Due squadre che arrivano a questa sfida con il morale opposto. I nerazzurri, reduci dalla sconfitta di Firenze, vogliono tornare in lizza per la terza piazza proprio a discapito degli avversari diretti. Mister Stramaccioni, in questa settimana, ha cercato si serrare le fila per ritrovare la serenità perduta da una serie di trasferte che sono risultate alquanto deficitarie. I rossoneri d’altro canto volano sulle ali dell’entusiasmo grazie ad un Balotelli sinora sempre a segno ed ad una serie di risultati che l’hanno issati in pienissima zona terzo posto. Forse l’unica defaillance del momento si chiama El Shaarawy. Da quando da Manchester è giunto il compagno di reparto, lui ha perso un po lo smalto dei bei tempi quando segnava con una certa regolarità. Il derby sembra adatto per riportarlo ai fasti del mese scorso.

Inter che non potrà contare su Pereyra squalificato mentre il duo offensivo Cassano-Palacio è costretto agli straordinari vista l’assenza di sostituti di un certo peso. Dietro di loro giostrerà Guarin mentre confermati gli ultimi due arrivati Kuzmanovic e Kovacic.

Milan che non ha di fatto grandi problemi di formazione. De Sciglio dovrebbe essere il prescelto sulla fascia destra difensiva mentre a centrocampo tutto ruoterà attorno a Montolivo con Muntari e Nocerino ai suoi fianchi. In attacco il trio delle meraviglie formato dai giovani Niang, Balotelli e El Shaarawy.

PRECEDENTI: sarà, quello di questa stagione, l’ottantesimo derby giocato in casa dell’Inter da quando è in vigore il girone unico. Ricordiamo che i nerazzurri sono l’unica squadra a non esser mai retrocessa in serie B. Lo score complessivo è leggermente favorevole a chi ospita. La compagine del presidente Moratti infatti ha vinto 27 sfide, pareggiandone altrettanto e perdendone 24. Una doppietta di Serantoni aprì il corso di questa partita per il 2 a 0 finale nerazzurro nella stagione 1929/1930. dell’anno seguente il primo pareggio in cui, peraltro, ancora una volta segnarono sempre i giocatori di casa. All’autorete di Miltone infatti replicò ancora Serantoni a dieci minuti dalla conclusione della gara. La prima vittoria del Milan in casa altrui è datata 1939/1940 e giunge all’undicesimo derby. Non c’è storia in quella gara che si chiude 3 a 0 per i rossoneri. A segno vanno Chizzo e Boffi (doppietta). Tra i risultati più eclatanti ricordiamo un 4 a 4 del 1949. Era la 24esima giornata di ritorno. A San Siro Annovazzi portò avanti i rossoneri dopo soli 2 minuti di partita. Nerazzurri che pareggiarono grazie ad un’autorete di Gratton ribaltando il punteggio con Nyers al 33′. Un minuto dopo però Sloan trovava il 2 a 2 ed al 43′ Nordahl mandava in Paradiso il Milan ed il primo tempo si chiudeva così con gli ospiti avanti. Lo svedese quindi segnò nella ripresa il 4 a 2. Gara finita? Neppure per idea prima Lorenzi e quindi ancora Nyers riportavano sul pareggio la sfida. L’anno successivo altra grande messa di reti per un clamoroso 6 a 5 per l’Inter. Il Milan ottenne invece un clamoroso 6 a 0 in casa nerazzurra nella stagione 2000/2001. Si giocava la decima di andata, a segno andarono Comandini e Shevchenko entrambi con una doppietta e quindi Giunti e Serginho. L’anno scorso l’Inter si impose 4 a 2. Gara con ben quattro rigori. Milito porta avanti i nerazzurri che vengono rimontati da una doppietta su rigore di Ibrahimovic. Quindi altre due reti entrambe dal dischetto di Milito sino al gol definitivo di Maicon. Da notare come nessuno di questi giocatori sia presente alla sfida che si giocherà domenica sera. Ancora un tiro dal dischetto, ancora lo svedese sul proscenio nell’ultimo successo milanista, 1 a 0, in casa dell’Inter nel 2010. E’ il pareggio il risultato che manca da più tempo e non si registra dal 1999 quando la partita si chiuse sul 2 a 2. In fatto di reti è in vantaggio, di pochissimo, l’Inter, 109 a 107. Da registrare come nella ripresa di tutte le sfide sia in vantaggio il Milan 58 a 56.