Si è spento ”o’banco’e Napule”, Hasse Jeppson

“Mr. 105 milioni” Hasse Jeppson si è spento questa mattina. Il centravanti svedese, che arrivò in Italia nel 1951 quando l’Atalanta lo prelevò dagli inglesi dello Charlton, divenne famoso passando al Napoli l’anno successivo: infatti, dopo un’annata in cui realizzò 22 reti in 27 partite con i bergamaschi,gli azzurri, battendo la concorrenza di Inter e Legnano, lo acquistarono per l’allora stratosferica cifra di 105 milioni di lire, motivo per il quale fu soprannominato, appunto, “mr. 105 milioni” o, in prevalenza dai tifosi partenopei, “O’banco’e Napule”; all’ombra del Vesuvio rimase fino al 1960, girando al fianco di attaccanti come Amedeo Amadei e Luis Vinicio, realizzando 52 gol in 112 partite. Il suo rapporto con la tifoseria fu controverso: pur essendo amatissimo, era spesso oggetto di espressioni di disapprovazione a causa dei numerosi gol sbagliati. E’ comunque undicesimo nella lista dei cannonieri di tutti i tempi della società campana. Lasciato il Napoli, si accasò al Torino con cui chiuse la carriera, facendosi notare per una doppietta alla Juventus in un derby vinto 4-1.

Stamattina, ad 87 anni, ci ha lasciati nella sua casa di Roma: le cause sembrano riconducibili a complicazioni dovute ad un’operazione al femore.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *