Milan e Roma, uno 0 a 0 che fa male ai capitolini

allegri

Il Milan cercava il terzo posto matematico, la Roma cercava il quinto, alla fine nessuna delle due squadre può dirsi soddisfatta. I rossoneri perché dovranno vincere  l’ultima gara di Siena in quanto, a parità di punti con la Fiorentina che giocherà a Pescara, sarebbero i viola ad esultare per un miglior confronto diretto. I giallorossi invece danno l’addio alla possibilità della qualificazione diretta all’Europa Leaguem e dovranno puntare tutto sulla finale derby di Tim Cup.

Torna El Shaarawy nell’attacco rossonero al fianco di Balotelli. Allegri schiera De Sciglio sulla fascia destra e Ambrosini a centrocampo. Andreazzoli punta sul trio Lamela-Osvaldo-Totti in attacco. Inizio brillante con le due squadre che provano subito a superarsi. La prima conclusione è di Marquinho con Abbiati che vola in angolo. La Roma è partita con il piglio giusto. Totti chiama ancora il portiere di casa al lavoro con una buona presa sul suo cross. Il Milan ci prova al volo con El Shaarawy che però non ha fortuna con il sinistro. Lamela chiama Marquinho al tocco finale ma Abbiati esce bene e con Mexes libera l’area di rigore.  Sul fronte opposto buona conclusione di Muntari con palla colpita di collo pieno, di poco sopra la traversa. Pericoloso il Milan al 31′ quando De Sciglio crossa rasoterra per Boateng che tocca debolmente verso Lobont che blocca. La controffensiva romanista si conclude poi con il tiro di Totti, Abbiati si distende deviando la sfera. Brutti i buu dal settore romanista rivolto a Balotelli che li zittisce portando il dito alla bocca. E su punizione chiama Lobont alla grande parata a terra. Al 40′ Balotelli viene ammonito per gioco scorretto, Muntari ha qualcosa da ridire contro l’arbitro che estrae il ‘rosso’ diretto, Milan in dieci. Allo scadere del tempo tuffo di El Shaarawy per colpire la sfera di testa, palla deviata.

Ripresa che inizia senza cambi e con i buu che proseguono nei confronti di Balotelli. L’arbitro sospende la gara per un minuto prima di riprenderla. La prima azione è del duo Marquinhos-Marquinho con colpo di testa di quest’ultimo, centrale, bloccato da Abbiati. Attacca la Roma con il Milan che cerca di agire in contropiede. Punizione di Balotelli centrale, Lobont blocca in due tempi. Al 15′ Totti trova Marquinho che salta Abbiati ma trova Mexes che, quasi sulla linea, salva. Ospiti che salgono sempre con maggior costanza. Il primo cambio è romanista con Pjanic che entra per Perrotta mentre Allgeri, poco dopo, inserisce Robinho per El Shaarawy. Ammonito Dodò per gioco scorretto. Florenzi entra quindi per Marquinho. Flamini ha una doppia opportunità, Lobont si salva. Sanzionato quindi Ambrosini per gioco scorretto. Arrivano quindi due cambi, uno per parte: Pazzini per Flamini nel Milan e Destro per Osvaldo nella Roma. Dubbi per un intervento su Lamela in area, l’arbitro lascia proseguire e quindi ammonisce Burdisso per gioco falloso. Ci prova Balotelli con un calcio piazzato, alto mentre Abbiati sull’altro fronte devia in angolo un tiro di Dodò. Totti si prende il giallo per comportamento non regolamentare. Sei i minuti di recupero nei quali Abbiati esce bene su Destro. Il capitano della Roma si prende il rosso per una manata a Mexes, squadre con dieci uomini effettivi in campo e poco dopo sanzionato Constant per gioco scorretto. Lamela pericoloso da fuori, Abbiati blocca e così si chiude la gara.