U.S.A, probabile formazione Mondiali Brasile 2014, punti di forza e punti deboli

Stati Uniti, Probabile Formazione STATI UNITI, PROBABILE FORMAZIONE – Gli Stati Uniti iniziano la loro avventura mondiale dal Girone G. Uno degli accoppiamenti più complicati delle ultime edizioni per gli americani: con Germania, Ghana e Portogallo il destino per i “stelle e strisce” pare segnato.

STATI UNITI, CENNI STORICI:

Settima partecipazione consecutiva per gli Stati Uniti, ormai diventati una habitué della competizione. Miglior risultato: il terzo posto conseguito nel 1930, sui cui però ci sono alcune diatribe con la Jugoslavia che rivendicherebbe tale risultato.

STATI UNITI, PROBABILE FORMAZIONE MONDIALI 2014:

STATI UNITI (4-4-1-1): Howard, Cameron, Besler, Gonzalez, Johnson, Zusi, Jones, Bradley, Davis, Dempsey, Altidore. All. Jurgen Klismann. A disposizione: Guzan, Rimando, Yedin, Brooks, Beasly, Chandler, Diskerud, Bedoya, Beckermann, Green, Wondolowski, Johannsson

Il ct dovrebbe schierare un 4-4-1-1: Dempsey dovrebbe agire dietro Altidore, preferito all’ex compagno di squadra all’AZ Johannson.

STATI UNITI, PUNTI DI FORZA:

L’attacco è il reparto più interessante con la presenza di Jozy Altidore e Clint Dempsey, le vere stelle della squadra. Validissima anche l’alternativa Aron Johannson, autore di una straordinaria stagione in Eredivisie con la maglia dell’AZ

La stella: Clint Dempsey. Il trequartista statunitense è il giocatore dotato di maggiore tecnica e classe di tutta la rosa. Da anni presente nel panorama calcistico europeo, ha militato in Premier League con le maglie di Fulham e Tottenham. Nel gennaio 2013 è tornato in patria ai Seattle Sounders.

STATI UNITI, PUNTI DEBOLI:

Le riserve. Escluso, il già citato Johansson, il ct. Klissman non ha disposizione grandi talenti pronti a sostituire i titolari mantenendo lo stesso livello di rendimento.