COREA DEL SUD, probabile formazione Mondiali Brasile 2014, punti di forza e punti deboli

COREA DEL SUD, PROBABILE FORMAZIONE COREA DEL SUD, PROBABILE FORMAZIONE – La Corea del Sud è inserita nel girone H dei prossimi Mondiali in Brasile, insieme a Belgio, Russia e Algeria. L’esordio sarà il 17 Giugno contro la Russia, in un girone non semplice ed in cui la Corea potrebbe rivelarsi la vera sorpresa.

COREA DEL SUD, CENNO STORICO:

La prima apparizione della Corea del Sud in un Mondiale risale al 1954 in Svizzera, in cui però non riuscì a passare il primo turno. Il trend positivo è iniziato dal 1986, anno dal quale la Corea del Sud si è sempre qualificata per disputare il Mondiale di calcio, ottenendo il miglior piazzamento nel 2002 quando, durante l’edizione disputata tra le mura amiche, la Corea di Hiddink conquistò il quarto posto. Durante l’ultima apparizione in Sud Africa, la Corea del Sud è stata eliminata agli ottavi di finale dall’Uruguay.

COREA DEL SUD, PROBABILE FORMAZIONE MONDIALE 2014: 

Corea del Sud (4-2-3-1): Jung; Kim Changsoo, Kim Jinsoo, Hong Jeongho, Lee Yong; Han Kookyoung, Lee Chungyong; Ki, Kim Bokyung, Son Heungmin; Park Chuyoung.

Un 4-2-3-1 con i tre trequartisti molto offensivi e propensi ad offendere, alle spalle del forte attaccante ex Arsenal Park Chuyoung. Alle sue spalle Ki del Sunderland e Son Heung-Min del Leverkusen, per cercare di scardinare le difese avversarie.

COREA DEL SUD, PUNTI DI FORZA:

Oltre ai già citati giocatori che militano in club europei, come Park Chuyoung, Ki e Son Heung-Min, sono da tenere d’occhio Ulsan Hyundai, eletto con il titolo di migliore attaccante coreano della passata stagione e Kim Shinwook che, nel 2012, ha vinto il premio di giocatore asiatico dell’anno.

La stella:  Ki Sung-Yueng  è senza alcun dubbio il punto di forza di questa squadra, con una stagione passata da protagonista al Sunderland ed una buona esperienza in campo europeo ed internazionale, che fa di questo centrocampista classe ’89 una delle possibili sorpresa di questo Mondiale.

COREA DEL SUD, PUNTI DEBOLI: 

Il reparto offensivo sembra essere l’unica zona del campo in cui la Corea del Sud può disporre di giocatori di alto livello ed esperienza, palesando però un grande deficit per quanto riguarda il reparto difensivo. Giocatori che militano in club non europei e poco conosciuti, potrebbero non reggere la pressione e l’intensità di un Mondiale.