Milan, Balotelli: Raiola all’attacco: “Sbagliato farlo tornare in Italia”

Milan, BalotelliMILAN, Balotelli difeso da Raiola: “Attaccato da tutti” -Non sarà certo un’estate facile quella di Mario Balotelli. L’uomo più discusso dopo l’eliminazione dell’Italia al Mondiale, il giocatore più criticato da media e tifosi: colui che secondo molti doveva trascinarci sino il fondo al torneo ma che invece è stato una delle delusioni più grande della spedizione brasiliana. Gli attacchi sono arrivati subito dopo la partita contro l’Uruguay, prima i compagni di Nazionale poi la critica hanno individuato in modo più o meno diretto in Balotelli uno degli uomini che meno si è sbattuto per la causa azzurra. Ed ora? Come reagirà Balo a tutti gli attacchi? Come sarà il suo futuro al Milan prima ed in Nazionale poi?

Mino Raiola, procuratore del giocatore, non vuole sentire parlare di critiche verso il suo assistito; oggetto secondo il famoso agente di attacchi gratuiti ed ingiustificati: “Le critiche sono normali. Ovviamente la nazionale italiana è composta da un giocatore solo, Mario Balotelli. E l’unica nazionale al mondo che ha giocato con un solo calciatore… Si sono scagliati tutti contro di lui, il mio giocatore è stato molto più signore di tutti gli altri. Nessuno lo ha difeso, né la federazione né i compagni, e lui ha tenuto per sé le sue idee. Pensavo facesse parte di una squadra, evidentemente non è stato così“.

Sul futuro di Balotelli poi Raiola dichiara che tutto dipende dal Milan ma il principale errore, secondo il procuratore, sta proprio nell’aver riportato il giocatore in Italia; nel paese dove viene più bersagliato dai media e dalla critica: “Recuperare Mario Balotelli? Ma di cosa parliamo? Questo mi fa incavolare. E’ questo il problema dell’Italia. Il mio sbaglio è stato proprio farlo tornare in Italia“.