Brasile-Colombia 2-1, Neymar infortunato ma Zuniga non si scusa

Brasile-Colombia 2-1, NeymarBRASILE-COLOMBIA 2-1, Neymar infortunato ma Zuniga non è pentito- E’ finito anzitempo il Mondiale di Neymar. L’asso brasiliano, capocannoniere verdeoro del torneo con 4 reti, è uscito anzitempo dal match di ieri sera contro la Colombia dopo un contrasto di gioco con Zuniga. Dura l’entrata dell’esterno del Napoli che ha colpito il numero 10 del Brasile con una violenta ginocchiata sulla schiena; provocando la rottura di alcune vertebre che impediranno all’attaccante di disputare semifinale ed eventuale finale.

Tutto il Brasile sta discutendo dell’accaduto e già in molti si sono mobilitati contro Zuniga reo, secondo media e tifosi verdeoro, di aver intenzionalmente messo fuori gioco il proprio beniamino. C’è chi sostiene addirittura che Zuniga debba andare in prigione, chi invece ha paragonato l’entrata del colombiano al morso di Suarez. Il clima attorno al giocatore del Napoli insomma non è dei migliori ma lo stesso Zuniga non fa nulla per placare gli animi.

In giornata infatti hanno fatto clamore le dichiarazioni del laterale che, in controtendenza con l’opinione comune, sostiene di non doversi scusare con Neymar: “Si è trattato di un’azione normale. Non avevo certo intenzione di fargli del male. Sul campo do tutto per la maglia del mio paese, ma senza mai la volontà di ferire un avversario. E’ stata una partita che entrambe le squadre volevano vincere. Ci sono stati contrasti duri, ma i brasiliani non erano da meno. E’ normale. Certo non sono intervenuto con la volontà di fratturargli la vertebra“.