Europa League, siamo alle solite. Due sole vittorie in sedici incontri per le italiane

Di Angelo Mattinò

Continua il momento di crisi del calcio italiano fuori dalle mure amiche, specialmente per quel che riguarda l’Europa League, quella che tutti conoscevano come Coppa Uefa.  I numeri sono davvero sconcertanti: 2 vittorie, di Palermo e Sampdoria, 9 pareggi e 5 sconfitte con 16 gol fatti all’attivo e 23 subiti. Nonostante ciò nessuna delle quattro squadre impegnate, ovvero Juventus, Napoli, Palermo e Samp, è in una situazione critica di classifica, ma sono tutte al terzo posto e si giocheranno le chance di qualificazioni nelle ultime due giornate dei gironi, determinante sarà il prossimo turno che sancirà anche verdetti definitivi. Il problema si verifica ormai da un po di anni, le squadre italiane ed i loro allenatori snobbano questa competizione spesso schierando le riserve e applicando il turnover per far rifiatare i propri migliori giocatori in vista della partita ravvicinata della domenica. E’ vero l’Europa League ha perso di fascino in questi ultimi anni e gli introiti che arrivano nelle casse dei club sono nettamente inferiori a quelli della Champions League, ma fa rabbia vedere come le squadre che lottano durante l’arco di un campionato per arrivare all’obiettivo Europa tanto sudato per poi presentarsi all’appuntamento l’anno successivo con pochi stimoli e poche ambizioni di passare il turno. La posizione nel ranking Uefa è compromessa e la situazione non fa altro che peggiorare dato che le tedesche volano in Europa, bene in Champions tranne il Werder, molto bene in Europa League Stoccarda che è già avanzato al turno successivo, Bayer Leverkusen e il Dortmund che è terzo sì nel girone ma primo nella Bundesliga. Non è però finita qui perchè quest’anno la media punti delle italiane e nettamente inferiori anche a nazioni come Russia e Francia, che fino a qualche anno fa erano distanti anni luce dai nostri club.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *