Pinilla strepitoso ed il Palermo va. Battuto 1 a 0 il Genoa.

di Franco Avanzini
Pinilla uomo partita per il gol e non solo ed il Palermo vola contro un Genoa che solo nella ripresa prova ad attaccare con convinzione. Palermo con la voglia di riscatto dopo la sconfitta in Euro League a Mosca con Miccoli ancora in panchina e Pinilla in campo. Tante le assenze nel Genoa in cui mancano soprattutto gli uomini di attacco ed il difensore Chico. Dainelli gioca centrale con Ranocchia e Kaladze sulle fasce. A centrocampo c’è Zuculini che sostituisce lo squalificato Milanetto con Veloso in panchina, Rudolf, Toni e Mesto sono i tre in attacco. In apertura si fa vedere Rafinha con una conclusione che termina fuori dallo specchio della porta. Al 5’ rispondono i rosanero con Ilicic la cui conclusione viene parata da Eduardo. Tre minuti dopo Nocerino serve Balzaretti che conclude verso la porta ma il portiere genoano respinge. Il Genoa risponde con Toni (un ex al Barbera), servito da Rudolf, sulla cui conclusione è bravo Sirigu a bloccare. Al 12’ arriva la prima grande occasione. E’ per il Palermo che con Pinilla, su assist da calcio d’angolo di Cassani, colpisce il palo alla sinistra del portiere ospite. I locali insistono e Pinilla si rende pericoloso con una conclusione che finisce fuori dallo specchio della porta. Al 20’ Toni prova il tiro su servizio di Zuculini ma la palla termina lontana dalla porta rosanero. Quattro minuti dopo altro legno per il Palermo. E’ di Pinilla di testa su cross di Pastore. Insistono i padroni di casa sempre con il centravanti che chiama Eduardo alla parata con un bel tiro. Il Genoa si fa vedere al 29’ con un colpo di testa di Toni, assist cross di Mesto ma Sirigu para. Pinilla, vero protagonista, dopo due pali ed alcune tiri parati dal portiere avversario, trova la rete al 42’. La palla gli viene servita da Pastore, Pinilla batte verso la porta di Eduardo trovando un rasoterra che termina a fil di palo alle spalle del numero uno ospite. La reazione del Genoa al gol subito si concretizza allo scadere del primo tempo con una conclusione di Ranocchia deviata da Sirigu. Una bella prima frazione di gara si chiude col vantaggio del Palermo per 1 a 0 sul Genoa. La ripresa si apre con la sostituzione di Rudolf con Miguel Veloso. E’ comunque il Palermo ad iniziare con miglior piglio senza peraltro risultare pericoloso. Ilicic, servito da Pastore riesce anche a entrare lo specchio della porta ma Eduardo respinge. Tre angoli di fila per i rosanero tra il 5’ ed il 6’ minuto stringono il Genoa nella propria area di rigore. Due minuti dopo Mesto cede palla a Criscito che spara dal limite dell’area di rigore un buon rasoterra che Sirigu para. All’11’ si mette in mostra per l’ennesima volta Pinilla che tira ma la palla fa la barba al palo. Sei minuti dopo Bacinovic serve Pastore che scarica il destro verso la porta di Eduardo ma il portiere respinge.I padroni di casa, sospinti dal proprio pubblico, insistono alla ricerca del raddoppio. Fioccano i calci d’angolo e la difesa del Genoa non sempre appare perfetta. Gasperini al 20’ tenta il tutto per tutto inserendo due nuovi attaccanti come i giovani Boakye e Destro. Gli lasciano il posto il difensore Dainelli ed il centrocampista Zuculini. Grifone spregiudicatamente avanti con il Palermo che cercherà di sfruttare i varchi che probabilmente dietro si apriranno. Criscito scala in difesa al posto di Dainelli. Proprio Boakye prova il destro ma Sirigu para. Al 25’ Toni tocca palla per Mesto che conclude sopra la traversa. Il Genoa pare essersi svegliato e prova in tutti i modi di trovare il pareggio. Tre minuti dopo Rossi inserisce Goian, un difensore, per Ilicic. Mossa adatta a contrastare i tanti attaccanti genoani. Il Genoa attacca ma non passa. Al 33’ Destro di testa manda di un palmo la palla sopra la traversa, buona occasione. Due minuti dopo ci prova anche Veloso ma la sua conclusione è centrale ed il portiere di casa blocca. Al 36’ entra Miccoli per sostituire Pinilla. Passano centoventi secondi ed arriva la prima ammonizione della gara: tocca a Pastore subire la decisione dell’arbitro Brighi per un brutto fallo a metà campo. Il Palermo si fa vedere al 41’ con Miccoli la cui conclusione viene respinta. Padroni di casa che a due minuti dal novantesimo cambiano Pastore con Maccarone. Non succede più nulla sino alla scadere ed i rosanero si aggiudicano tre punti importanti che li rilancia in classifica.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *