Guangzhou, Gilardino shock: “Sono andato via per colpa di Gasperini”

Guangzhou, GilardinoGUANGZHOU, GILARDINO – Gli emigranti aumentano sempre più, l’ultima perdita del nostro calcio italiano è Alberto Gilardino che nella giornata di ieri ha firmato per il club cinese allenato da Marcello Lippi. Questa mattina La Gazzetta dello Sport, propone una lunga intervista all’ex giocatore del Genoa che ha deciso di togliersi qualche sassolino dalla scarpa riguardo la sua cessione.

“Sono diventato Gila per tutti e lascio l’Italia con dispiacere. Perchè ho deciso di andare via? Gasperini ha spinto per la mia cessione, una follia pura. Poi perchè qui gli attaccanti sopra i trent’anni sono considerati vecchi: vedo Klose cosa ha fatto in questo Mondiale e mi son detto che ho bisogno di esser rilanciato anche io”. Parole al veleno quelle del bomber di Biella che non si aspettava di esser trattato in questo modo, lui che alla Seria A ha dato tanto: “Certamente Diamanti mi ha convinto a sposare questo nuovo progetto, abiterò nel suo stesso grattacielo sopra un centro commerciale con servizi e ristoranti italiani, la prima sera sarà a base di bistecca.  All’inizio avrò un autista ed un traduttore. Ginevra, la mia bimba più grande, andrà in prima elementare alla scuola americana. Imparerà inglese e cinese. Gemma all’asilo e Giulia, un anno e mezzo, a casa. Alice, mia moglie, era giustamente scettica: l’ho convinta a venire con me“. Gilardino conclude così: “Saluto tutti i tifosi delle piazze in cui ho giocato, che mi hanno sempre dimostrato affetto, ultimi quelli del Genoa: se ho lasciato è anche per il bene economico della società”. Ora, c’è solo la Cina.