Mercoledì calcistico: la Lazio per riprendere la marcia, Benitez per la panchina.

di Franco Avanzini
Infrasettimanale molto interessante con alcune risposte che potrebbero esser date proprio da questo undicesimo turno. La capolista Lazio, di scena a Cesena, terrà a riposo Hernanes e dovrà cercare di far scordare ai propri tifosi l’infausta domenica del derby. Solo una battuta d’arresto estemporanea oppure una sconfitta che avrà lasciato il segno a Rocchi e compagni? Solo il campo potrà dare i giusti responsi. Gli infortuni che hanno attanagliato l’Inter, non sono diminuiti anzi. Pure Snejider non parteciperà alla sfida di Lecce. Per fortuna Benitez potrà contare sul recupero di Stankovic. In attacco il solito Eto’o e magari con un Milito che non sta disputando un campionato come quelli precedenti. Benitez è sui carboni ardenti. Moratti non gli ha perdonato le ultime prestazioni ed addirittura si vocifera che il derby di domenica prossima, se andrà male, potrebbe essere la sua ultima apparizione sulla panchina nerazzurra. Il Milan, secondo in graduatoria, spera nel Cesena per balzare in vetta ma intanto dovrà cercare di far sua la gara interna contro un Palermo rilanciato dall’ultimo successo serale contro il Genoa. Non sarà una partita facile per la truppa di Allegri ma lo spirito messo in evidenza a Bari, seppur senza pedine importanti, è quello giusto, indicato per squadre che pensano in grande. A Marassi ci sarà l’esordio di Davide Ballardini sulla panchina del Genoa contro il Bologna, in un incontro che guarda più alla bassa classifica che alle zone nobili della stessa. Dopo l’Inter, il Brescia proverà a fermare pure la marcia della Juventus sempre alle prese con numerosi infortuni. Tra le squadre che si trovano nelle alte sfere della classifica, solo il Chievo giocherà in casa contro un Bari sempre più in crisi. Il Napoli e la Sampdoria infatti saranno di scena lontane dal San Paolo e dal Ferraris. I partenopei a Cagliari per proseguire in una marcia esterna che è molto positiva con il capocannoniere del torneo Cavani pronto ad allungare nel più diretto avversario della speciale graduatoria che è l’interista Eto’o, pure lui posto a quota 8 mentre i blucerchiati giocheranno il posticipo, giovedì, sempre con inizio alle ore 20.45, a Parma. Per gli emiliana la vittoria significherà lo stop del ritiro, in caso contrario i giocatori ducali non potranno tornare alle rispettive famiglie. In casa doriano tiene sempre banco la vicenda Cassano con il presidente Garrone che non pare propenso a perdonarlo. In attacco rientrerà Pozzi assieme a Pazzini.  Chi vuol tornare ad un successo che manca dal 22 settembre, 2 a 0 al Cesena, è il Catania di Gianpaolo che ospiterà un Udinese reduce da sei risultati utili consecutivi. Non meno importante è Roma-Fiorentina. Ranieri ha vinto il derby e vorrebbe fare il bis contro i viola, a loro volta reduci da un successo, per tornare a respirare l’aria di alta classifica e magari avvicinare ancora di più i cugini in vetta. Insomma sarà un mercoledì a tutto sprint, una giornata in cui tutto, ma proprio tutto, potrebbe succedere.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *