Il Parma supera la Sampdoria (1 a 0) ed abbandona la coda della classifica.

di Franco Avanzini
Il ritiro può finalmente terminare. Il Parma ha vinto. Un gol di Bojinov a pochi minuti dalla conclusione della partita contro la Sampdoria permetterà ai giocatori di casa a tornare tranquillamente alle famiglie e non riunirsi nuovamente tutti assieme in un albergo lontano dalla città. Tre punti che mancavano dalla 1’ giornata di campionato (2 a 0 al Brescia) e per questo il tecnico Guidolin manda in campo Bojinov (scelta poi quanto mai azzeccata alla fine) al centro dell’attacco. Sull’altro fronte, con il caso Cassano sempre in auge ed un contratto che probabilmente sarà sciolto tra le due parti, Di Carlo ritrova il baby Pozzi che però va in panchina mentre viene presentato, al fianco di Pazzini, Marilungo. Altra novità sulla fascia è la presenza di Mannini al posto di Guberti. Al 3’ la prima iniziativa è di Bojinov che tenta la conclusione mandando la sfera a fondo campo. Replica la Sampdoria con una conclusione di Palombo su assist di Marilungo respinto dal portiere emiliano Mirante (un ex, tra l’altro, dei blucerchiati). Il primo ammonito arriva dopo undici minuti e va a colpire Lucchini per gioco falloso. Gara equilibrata con vari capovolgimenti di fronte. Pochi però i tiri verso le due rispettive porte. Ci prova anche Lucchini al 19’ ma la conclusione termina a lato di parecchio dalla porta difesa da Mirante. Cinque minuti dopo è la volta di Konan a calciare alto un passaggio di Marilungo. La risposta del Parma arriva al 31’ con un tiro di Morrone dopo un tocco di Dzemaili deviato da Curci. Lo svizzero tenta la fortuna tre minuti dopo però la conclusione non è precisa. Il Parma prova a segnare ma manca di precisione e non sempre le azioni appaiono fluide. Al 37’ lo spagnolo Marqués crossa, Paletta colpisce di testa ma la palla finisce sopra la traversa. Occasione per i padroni di casa cinque minuti dopo quando Zaccardo crossa dalla fascia, interviene Candreva che di testa colpisce perfettamente ma Curci è bravo a parare. Al 44’ la Sampdoria perde l’infortunato Zauri sostituito da Volta. Nel recupero ci prova anche Candreva ma la conclusione non è precisa. Il primo tempo si chiude dopo quattro minuti di recupero senza reti. La ripresa si apre con un servizio di Marilingo per Pazzini che tira mirando all’angolino basso della porta di Mirante ma il portiere si allunga e para. Ospiti pericolosissimi al 4’ quando l’attaccante blucerchiato con un bel tiro colpisce la traversa. La sfera arriva a Marilungo che conclude di testa verso la porta ma Mirante blocca. Doppia occasionissima consecutiva per la formazione di Mimmo Di Carlo. Cartellino giallo per Poli a causa di un fallo a centrocampo. Al 7’ la coppia Marilungo-Pazzini confeziona una nuova buona azione ma la conclusione del bomber doriano finisce a fondo campo. Sampdoria che sta attaccando e Parma che si difende come può. Momento topico della gara. Finalmente anche gli emiliani tentano un’offensiva con Valiani che tira ma Curci para. Al 10’ terzo giallo in casa Samp e colpisce Massimo Volta per gioco falloso. Primo cambio della gara in casa Parma. Fuori Valiani e dentro l’attaccante Crespo (un derby per lui, avendo giocato lo scorso anno nelle fila del Genoa). Al 16’ Marqués cross, Bojinov tira ma Curci devia. Paletta prima e Candreva dopo ci provano con dei buoni tiri ma lo 0 a 0 non si sblocca. Morrone da una parte e Pazzini sull’altro fronte, tra il 22’ ed il 23’, concludono dalla distanza senza fortuna. Quindi le due squadre cambiano un uomo. La Sampdoria fa entrare Guberti per Koman mentre il Parma si gioca la carta Gobbi al posto di Morrone. Al 27’ Marilungo calcia di destro ma la palla termina fuori dalla porta di Mirante. Alla mezzora primo cartellino giallo in casa Parma: tocca ad Alessandro Lucarelli. Sessanta secondi dopo Dzemaili chiama Curci alla parata. Al 36’ terza ed ultima sostituzione in casa blucerchiata: fuori Poli e dentro Dessena. Tre minuti dopo la gara si sblocca. Crespo lancia Bojinov con un bel passaggio filtrante. L’ex leccese conclude col destro mirando e centrando l’angolino basso alla sinistra di Curci che non ci arriva. Esplode il Tardini, il Parma è in vantaggio. Guidolin a questo punto si copre sostituendo proprio l’autore della rete Bojinov con il difensore Angelo. La Sampdoria prova a reagire ma non riesce a riorganizzarsi. Così al 44’ è ancora la squadra ducale a presentarsi dalle parti di Curci con un tiro di Candreva parato. Il numero uno ospite si oppone al 90’ anche a Crespo che conclude di destro. Nel recupero è Mannini a provare a raggiungere la parità con un tiro che Mirante para agevolmente. E’ l’ultima occasione per la Sampdoria. A Parma possono tirare un sospiro di sollievo, i tre punti sono finalmente tornati in casa ducale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *