Serie A, a Milano non sono tutti ALLEGRI. Lazio, non mollare. Napoli, continua così! Bari, che succede?

Dopo 11 giornate, in Serie A è tempo di dare giudizi. E dopo le pagelle che abbiamo stilato pochi minuti fa, ora è tempo di dare una valutazione oggettiva a quelle che sono state le prestazioni delle compagini che si stanno sfidando per vincere questo Campionato, molto combattuto al vertice come non mai.

E proprio partendo dall’alto possiamo trovare il Milan. I rossoneri di sicuro non sono una sorpresa, tutt’altro: dopo la campagna acquisti da 10 e lode, Allegri ha saputo trovare il giusto equilibrio per la sua squadra, inserendo nella formazione titolare anche qualche vecchia leva. Favori arbitrali a parte, il Milan ha iniziato davvero bene questo Campionato, ma non facciamoci impressionare dalla posizione in classifica, tutto potrebbe ancora cambiare.

Potrebbe cambiare perchè Domenica sera andrà in scena il derby della madonnina: i rossoneri sfideranno l’Inter di Benitez che ancora fatica ad ingranare. Il tecnico non nutre di troppa fiducia da parte dei supporters, ma dalla sua ha l’alibi degli infortuni e quello della sfortuna. La classifica è ancora corta, ma di certo una vittoria nel derby darebbe grande fiducia sia al Milan che all’Inter.

Proprio tra Milan e Inter ci troviamo due sorprese: Lazio e Napoli. Forse è sbagliato chiamare sorprese le due squadre “azzurre” perchè, date le campagne acquisti, e l’ordine che Reja e Mazzarri hanno dato ai propri giocatori, faceva già prospettare un grande Campionato per queste due squadre.
Guardando ancora la classifica possiamo notare una cosa: mentre per la Lazio il cammino sta imboccando una salita piuttosto dura dopo due sconfitte, per il Napoli è tutto in discesa: i partenopei sono davvero sulle ali dell’entusiasmo, e tifosi all’ombra del Vesuvio non possono che esserne entusiasti.

Altra grande sfida nella prossima giornata: JuventusRoma. Ranieri contro la sua ex squadra: a proposito di Ranieri, mi sento in dovere di fare i complimenti a questo tecnico che non ha mai mollato credendo sempre e comunque in questa Roma che fino a poche giornate fa navigava nella parte bassa della classifica: una vittoria contro i bianconeri riporterebbe la parola scudetto sulle bocche dei tifosi giallorossi?

Chi potrebbe fare sicuramente meglio è la Sampdoria: l’assenza di Cassano sta facendo perdere molti punti ai blucerchiati, e una soluzione è da trovare al più presto possibile, anche se il 7° posto non è da buttare.
Si accodano al gruppetto dei “Si può fare di più” anche Palermo, Genoa e Fiorentina: la rosa dei siciliani è davvero formidabile, ma Zamparini è sempre lì pronto a far tremare l’ambiente e non dare tranquillità alla squadra.
In Liguria invece la scelta di Preziosi sembra essere stata giusta, il cambio di allenatore ha motivato la squadra, regalando per ora la prima vittoria.
Nessuna colpa invece alla Fiorentina, che ha dalla sua il cambio di allenatore e la preparazione non ottimale: il ritorno di Mutu ha certamente cambiato la fisionomia di questa squadra: dove possono arrivare i viola?

Una squadra che davvero mi sta deludendo è il Bari: 9 punti e ultimo posto. La squadra di Ventura lo scorso anno ha mostrato un gioco spumeggiante per l’intera durata della stagione, mettendo sotto più volte le big del calcio italiano: dove sono finiti i galletti?

Un applauso va fatto al Chievo di Pioli, che sta gestendo bene la sua squadra che, anche non mostrando un gioco spettacolare, riesce a portare a casa risultati ottimi.

E’ da notare invece il “fuoco di paglia” del Cesena: i bianconeri erano partiti a razzo nelle prime giornate raggiungendo anche la vetta della classifica e poi si son bloccati: la vittoria contro la Lazio ridarà a loro gli stimoli per tornare a essere “grandi”?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *