Resoconto 17^ giornata Serie B: equilibrio assoluto al vertice, Varese sorprende

Di Vincenzo Spadari

Diciassettesima giornata in cadetteria. L’anticipo vede la storice vittoria a Bergamo da parte del Livorno per due a zero, doppietta di Pagano.
Nel pomeriggio di sabato gli occhi sono tutti puntati all’Arena Montepaschi, dove sono di scena i bianconeri contro la capolista Novara. I toscani sperano fino all’ultimo di vincere grazie al gol dell’argentino Larrondo al 79′, ma un altro gol argentino, firmato Gigliotti, nel finale delude i tifosi della Robur.
In zona playoff arriva il Varese, con la vittoria di prestigio arrivata sul campo del Padova. Prima sconfitta esterna per i biancoscudati, che passano in vantaggio con Gallozzi, poi subito raggiunti da Claiton. Un nuovo vantaggio veneto siglato da Bovo illude i tifosi, ed il Padova subisce la reazione degli ospiti che nel finale ribaltano il risultato con le reti di Frara e Carrozza.
Il Toro ottiene un buon pareggio in quel di Piacenza. I granata passano in vantaggio dopo dieci minuti con De Vezze su azione da corner, ma non hanno fatto i conti con Cacia, che al 72′ ristabilisce gli equilibri.
Scontro tra neopromosse all’Adriatico di Pescara, dove arriva un Portogruaro più agguerrito che mai. Lo dimostra nel primo tempo, che si conclude con il doppio vantaggio granata opera di Cunico su rigore e Tarana. Nella ripresa la musica cambia completamente. Appena dopo l’intervallo lo stacco di Soddimo accorcia le distanze, che vengono annullate dal primo gol biancazzurro di Luca Ariatti. La vittoria è un trionfo personale per Cascione, che realizza una doppietta che fissa il punteggio sul quattro a due.
Fino a due turni fa l’Empoli era l’unica squadra imbattuta della serie cadetta. Dopo questa giornata la casella delle sconfitte sale a due. Per la precisione è la prima sconfitta interna dei toscani, ad opera del Sassuolo che quando vede la terra di Dante fa magie (ed infatti non vince in trasferta dal 4-0 di Livorno). Il gol vittoria è una splendida punizione di Quadrini sulla quale Handanovic non può nulla.
Allo Scida il Vicenza si impone sul Crotone per due reti ad uno. Nel finale del primo tempo vantaggio biancorosso di Abbruscato, raggiunto immediatamente dal primo gol in Calabria di De Giorgio. All’ora di gioco chiude i giochi Misuraca sull’ottimo traversone di Gavazzi.
Castori mantiene l’imbattibilità con il suo Ascoli anche in quel di Frosinone, dove i padroni di casa segnano la prima marcatura con Terranova che si gira alla grande. Risposta subito successiva di Lupoli. Uno a uno il finale.
Il Grosseto di Moriero si impone di misura al Nereo Rocco di Trieste con il gol di Caridi al 33′.
Nel posticipo Modena-Cittadella finisce uno a uno con le reti, tutte nella ripresa, del giovane Manolo Gabbiadini, e dell’albanese Cani.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *