Bologna penalizzato di un punto. Servono 45 milioni per salvarlo.

di Franco Avanzini

E’ andata meglio di quanto ci si aspettasse. Il Bologna è stato penalizzato di un punto (se ne temevano almeno tre) con il presidente Porcedda inibito. Questa la decisione della Commissione Disciplinare in merito ai mancati pagamenti delle quote IRPEF inerenti agli stipendi dei mesi di Maggio e Giugno del 2010.

Il presidente e l’amministratore delegato Marras sono stati inibiti per 6 mesi. Entrambi erano stati segnalati dalla Co.Vi.So.C. e da qui colpiti dalla sanzione della Commissione Disciplimare.

Il Bologna a questo punto scende a quota 13 in classifica, un solo punto sopra alla zona retrocessione. Intanto si stimano in 45 milioni di euro, i soldi che serviranno per salvare la società. Intanto Porcedda ha annunciato di non volersi dimettere e restare a capo della società. Ma sarà vero?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *