Squizzi cameraman, Milan da trasferta, calcio spezzatino. Ecco le curiosità

di Franco Avanzini
Spezzatino: ottimo piatto di carne, ah no. Parliamo di calcio e quindi di questo torneo che settimanalmente ci propone sempre orari differenti. Una volta si giocava sempre alla domenica, tutti in campo alla stessa ora. Poi arrivarono gli anticipi e posticipi. Prima uno al sabato ed uno alla domenica sera. Quindi arrivò pure la gara delle ore 18. Da quest’anno eccoci alla novità della gara delle ore 12.30 e perché no pure quella, per fortuna non sempre, del lunedì sera. Ed ora un novità: due gare alle ore 18 del sabato. E il prossimo nuovo orario quale sarà? Non si è mai giocato alla mattina. Perché non farne una anche a partire dalle ore 10? Giusto per i mattinieri.
Nove anni: il tempo intercorso tra due successi del Napoli sul campo del Genoa. Genoa-Napoli 0-2 in serie B con doppietta di Stellone poi un pareggio 0 a 0 per salire a braccetto in serie A eppoi solo vittorie genoane, l’ultima per 4 a 1. Ed ora è tornata il ’2’ sulla ruota di Genova, sponda rossoblu, per il Napoli. Come a dire: prima o poi tutto ritorna.
Milan: cinque vittorie sulle otto partite giocate in trasferta. Un ruolino di marcia impressionante per una squadra che chiuderà il 2010 con la partita interna contro la Roma in un vero e proprio incontro-scudetto. I rossoneri hanno battuto a domicilio Parma, Napoli, Bari, Inter e appunto Bologna. Solo una sconfitta lontano da San Siro, a
lla prima trasferta del torneo a Cesena, due i pareggi a Genova contro la Sampdoria ed a Roma contro la Lazio. Marcia da scudetto che la formazione di Allegri sta portando avanti in maniera costante.
Squizzi: nuovo cameraman di Sky? Quasi quasi il giocatore ci pensa. Prima della gara contro il Lecce, il secondo portiere veneto ha deciso di riciclarsi e l’immagine prodotta dalla televisione di Murdoch è stata molto bella. Ricordava quella di qualche stagione fa quando la stessa cosa fece Totti all’Olimpico.
Papere: è un’annata strana per i portieri. La maggior parte di loro hanno subito l’onta della paperonzola. Gli ultimi in ordine di tempo sono stati Handanovic, Curci ed in parte anche Sorrentino. Ma cosa succede alla scuola degli estremi difensori? Colpa dei nuovi palloni? Oppure di una preparazione non più ottimale nella quale si bada più alla fase offensiva che a quella difensiva? Sarebbe bello avere delle risposte. Quel che è certo è che, ogni tiro scagliato vero la porta, può determinare anche una rete, non solo per la bravura dell’attaccante ma anche per le dabbenaggini dei numeri uno.
Jiu  Jitsu: bellissima la mossa di Dias ai danni di Del Piero nella ripresa durante Juventus-Lazio. Una presa perfetta, di quelle che insegnano nelle palestre e che in Brasile è molto di moda. Del Piero non l’ha presa molto bene anche se alla fine i due giocatori si son stretti la mano.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *