Riepilogo diciannovesimo turno di Serie B: Siena rosicchia due punti al Novara, che Varese!

Di Vincenzo Spadari

Grande giornata la diciannovesimo del campionato di Serie Bwin. Nell’anticipo il Padova ha la meglio all’Euganeo sul Sassuolo grazie al gol nei primi dieci minuti del solito Davide Succi.
Per il sabato l’attenzione di proietta sui campi di Siena e Frosinone. All’Arena Montepaschi i bianconeri si impongono con autorità sull’Ascoli in chiara difficoltà di classifica (benché ancora imbattuto prima di questo match con mister Castori). Il vantaggio arriva sul finire del primo tempo, ed è firmato Emanuele Calaiò dal dischetto. Una doppietta di Brienza dopo l’intervallo sancisce il tre a zero defintivo.
Al Matusa è ospite il Novara di Tesser, ma il Frosinone esercita un predominio territoriale che sfocia con la rete di Lodi, e gialloblù avanti. Nella ripresa i piemontesi cercano il pareggio, e lo trovano a cinque dalla fine grazie a Rubino: uno a uno il finale.
Colpo del Varese a Braglia, dove esce per la prima volta sconfitto il Modena di Bergodi. A segno nel primo tempo Ebagua, con un colpo di testa preciso, e Neto Pereira, che torna al gol dopo due mesi con una grande percussione.
La Reggina torna al successo dopo quattro partite a spese del Grosseto. Al Granillo il gol partita è anche la prima marcatura italiana del ghanese Dominic Adiyiah, attaccante di proprietà del Milan.
Derby bergamasco: l’Atalanta vince in rimonta sull’AlbinoLeffe. A passare in vantaggio è proprio l’undici di Mondonico con l’ex Sala, che sfrutta un rimbalzo beffardo del pallone. Prima dell’intervallo Ceravolo su rigore pareggia i conti. E’ un altro ex, stavolta però sponda nerazzurra, a decidere il match: Ruopolo, che piazza due volte la sfera alle spalle di Tomasig. Tre a uno il punteggio.
Incredibile ad Empoli. Partita molto emozionante, ma nella quale il primo tempo termina a reti bianche. Cinque gol nell’ultimo quarto d’ora decidono la sfida. Soriano all’80’ pare tranquillizzare i tifosi, ma passano cinque minuti e c’è il pareggio di Cunico. Ribaltamento di fronte e immediato ritorno su dell’Empoli con Salvatore Foti. Sembra fatta, ma Altinier spezza ancora una volta i cuori dei tifosi toscani. Un contropiede nel recupero vede Schiavon battere per la terza volta in otto minuti Handanovic, e lo stadio è letteralmente gelato. Vince il Portogruaro nella partita più emozionante di tutto il campionato finora, quarto KO di fila per l’Empoli.
All’Adriatico si affrontano Pescara e Vicenza, le cui tifoserie sono unite da un gemellaggio molto stretto. Il gol partita è di Mengoni, alla seconda rete in due partite.
Debutta da allenatore in casa Eugenio Corini, che con il suo Crotone ospita il Cittadella. Abruzzese di testa segna il primo gol del suo ciclo da tecnico. Nel secondo tempo gli amaranto riacciuffano il risultato, con la rete di Piovaccari dagli undici metri.
Il Livorno si libera della minaccia Piacenza con il gran gol di Juan Surraco, arrivato nella ripresa di una partita scialba e con poche emozioni.
Uno a zero è anche il risultato del posticipo di Trieste, dove i padroni di casa affrontano il Torino. La buona prestazione granata è premiata dal bel gol di Sgrigna. Tre punti a Lerda.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *