Befana, tutti in campo. Milan e Lazio in trasferta; Inter (ore 20.45) all’esame Mazzarri.

di Franco Avanzini

Torna la serie A dopo la sosta Natalizia e lo fa in un’unica giornata, quella dell’Epifania, con tutte e dieci le gare. Prime novità anche in campo con alcuni nuovi acquisti già presenti, primo fra tutti Cassano nel MIlan e Macheda nella Sampdoria.

La giornata si aprirà all’ora di pranzo con la sfida tra la Juventus ed il Parma. I bianconeri sono in pieno calcio mercato con la ricerca di una punta al posto di Amauri. Caracciolo e Toni sono i due elementi in pole position. Più probabile il primo (e qui entrerebbe come pedina di scambio Lanzafame) del secondo. Intanto Del Neri non vuol distogliere la squadra dal campionato e dalla possibilità di lottare per il primato. Servono i tre punti contro gli emiliani del sempreverde Crespo e dei nuovi arrivi Modesto e Palladino (entrambi si accomodano però in panchina).

Otto le gare che si giocheranno al pomeriggio. La Lazio senderà in casa del Genoa che sta cercando di rivoluzionare la squadra. Per intanto ha perso Ranocchia in difesa che verrà sostituito da Kaladze. I rossoblu avranno dalla loro almeno 25.000 spettatori per un incontro che si prospetta molto interessante. I biancazzurri hanno tradizione favorevole a Genova dove, negli ultimi due anni, hanno sempre vinto. Zarate poi ha nel Genoa una delle sue vittime preferite. Reja, ex allenatore dei liguri, ha preparato al meglio questa trasferta sperando di mantenere lo score positivo delle ultime stagioni. La capolista Milan sarà di scena a Cagliari senza lo squalificato Ibrahimovic ma con un Cassano in più, almeno in panchina. Beretta potrebbe esser l’attaccanto prescelto al fianco di Pato mentre Strasser dovrebbe giocare a centrocampo. Nei sardi Lazzari (oggetto del desiderio rossonero) va in panchina mentre la coppia d’attacco sarà formata ancora dal duo Nené-Matri.

Una delle sfide più interessanti del pomeriggio è Palermo-Sampdoria. Macheda è la novità in casa Sampdoria. Il giocatore avrà il compito di far dimenticare Cassano, impresa non da poco. I rosanero però vogliono tornare a vincere contro i blucerchiati. Nelle ultime due stagioni infatti si verificarono due pareggi (2 a 2 prima ed 1 a 1 lo scorso anno). Rossi riparte dal trio Ilicic-Pastore-Miccoli per far saltare il bunker avversario. Le altre sfide pomeridiane riguardano formazioni che devono far punti per salvarsi. La partita più importante è Lecce-Bari. Una sfida derby delicata che si giocherà a porte aperte nonostante l’intervento in settimana delle autorità locali che lo avrebbero voluto disputare a porte chiuse. E’ dovuta intervenire la Lega Calcio affinché ciò non accadesse. I tre punti sono basilari per entrambe le squadre. I baresi, nel caso di nuova battuta d’arresto, potrebbero quasi dire addio alle speranze di permanenza in serie A. Ofere è l’uomo sul quale punta il tecnico squalificato De Canio mentre Ventura, sull’altra panchina, spera di poter recuperare qualche infortunato per ridisegnare il Bari dei giorni d’oro.  Brescia-Cesena è l’altra partita importante per la zona salvezza. Beretta chiede il bis interno dopo il successo contro la Sampdoria per ritrovare l’andamento giusto per le rondinelle. Ficcadenti invece è sulla graticola. Se perde rischia la panchina. Derby tosco-emiliano tra Bologna e Fiorentina con i felsinei in auge dopo il cambio societario e con un Di Vaio in più nel motore. Mihailovic invece punta sul duo Mutu-Gilardino che potrebbero essere alla gara d’addio con la maglia viola. Un famoso 7 a 1 ricorda un Roma-Catania di qualche stagione fa. Per i giallorossi gli etnei portano bene. Totti e Borriello si lacniano all’assalto del fortino avversario. Ranieri punta su di loro per proseguire a scalare la graduatoria. Udinese-Chievo è invece partita tranquilla tra due squadre che non hanno grandi ambizioni. Nei veneti ci sarà Costant cui l’Uefa ha negato il trasferimento a causa della regola che non vuole che un giocatore cambi maglia per tre volte nella stessa stagione.

La giornata si chiuderà con la super sfida tra Inter e Napoli. Leoanrdo all’esordio coi nerazzurri in panchina al pari di Ranocchia (maglia numero 15) probabilmente subito in campo. Ultima giornata di squalifica per Eto’o con il duo Pandev-Milito in campo. Nei partenopei, senza il partente Santacroce (destinazione Lecce), Cavani sarà l’osservato speciale assieme al duo delle meraviglie Lavezzi-Hamsik.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *