La miglior formazione della 18esima giornata: ben tre interisti.

Ecco il top undici di questa diciottesima giornata.
1) Muslera (Lazio): primo tempo di tutto relax poi nella ripresa salva almeno in tre occasioni la propria porta permettendo alla sua squadra di usire imbattuta da Marassi.
2) Zanetti (Inter): il capitano interista non fa passare nessuno dalle sue parti. Dimostra di esser sempre uomo importante per questa squadra. Leonardo può contare sempre su di lui.
3) Silvestre (Catania): due volte vicino al gol poi alla terza riesce a bucare Julio Sergio. Alla 100esima gara in serie A realizza un gol bello ma che alla fine risulta inutile ai fini del punteggio. Bravo anche in fase difensiva.
4) Lucio (Inter): un elemento importante che sa difendere come pochi. Sicuramente le vacanze fatte gli hanno fatto bene e le prospettive per il futuro sono ottime.
5) Kaladze (Genoa): partito Ranocchia il georgiano ha preso in mano la difesa rossoblù chiudendo ogni varco e dimostrando di non essere affatto un giocatore finito come forse a Milano credevano.
6) Merkel (Milan): il ragazzino milanista ha il muso buono. Si getta nella mischia senza timore provando i contrasti e calciando anche verso la porta. Ha davvero un grande futuro. L’importante sarà non dargli troppe responsabilità.
7) Giovinco (Parma): la zanzara atomica è tornata e punge anzi ronza, sempre più. Contro la sua ex squadra disputa una grande gara condendola anche con due belle reti. Non esulta ma in cuor suo la felicità deve esser stata tanta.
8) Thiago Motta (Inter): rientra dopo parecchio tempo dal primo minuto e segna una doppietta in una squadra cui è mancato parecchio nei mesi precedenti.
9) Di Vaio (Bologna): gli emiliani hanno il suo nome e cognome. Quando il Bologna segna lo fa sempre, o quasi, lui. Il tempo sembra non passare mai per l’ex juventino. In Emilia ha trovato la sua casa definitiva? Se continuerà a segnare così non è detto che qualche ’grande’ possa pensare al romano.
10) Okaka (Bari): entra e decide il derby pugliese. Tre punti importanti per la sua squadra nella lotta per la salvezza. L’ex romanista può diventare l’arma in più per Ventura.
11) Borriello (Roma): il suo top score sono i 19 gol nel Genoa. Può battere il proprio record in una squadra che ha grandi ambizioni e crede ancora nello scudetto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *