Toni alla Juventus: è tutto fatto. Al Genoa potrebbe arrivare Matri.

di Franco Avanzini

Luca Toni è stato ceduto a titolo definitivo dal Genoa alla Juventus. L’affare si sta concludendo in queste ore a Vinovo, centro tecnico della squadra piemontese. Il diesse del Genoa Stefano Capozucca è salito in casa bianconera per definire gli ultimi accordi.

Si chiude dopo sei mesi l’avventura dell’ex bomber di Fiorentina, Roma e Bayern Monaco alla corte di Ballardini. Una storia cominciata entusiasticamente, tra i tifosi rossoblù e le promesse di tentare la scalata alla classifica dei cannonieri e la chiusura tra i fischi di Marassi dopo una palla calciata fuori per prestare i soccorsi all’infortunato Matuzalem a pochi istanti dalla chiusura della sfida contro la Lazio. In mezzo tre sole reti: la prima a Parma su rigore nel pareggio contro gli emiliani alla terza giornata; la seconda a Marassi contro il Bari il 3 ottobre e l’ultima a Lecce il 5 dicembre nel successo in terra puigliese. Troppo poco per un bomber dal quale tutti si attendevano diventasse il naturale sostituto dei vari Borriello e Milito. Solo in Coppa Italia ha segnato quattro reti in due gare seppur contro squadre di categoria inferiore (Grosseto e Vicenza).

Adesso arriva una nuova sfida per Toni. Con l’infortunio di Quagliarella, la Juventus cercava un centravanti d’area di rigore. Ecco, ha colmato la lacuna con l’arrivo dell’ex genoano.

In casa Genoa Preziosi è pronto a gettarsi su Matri del Cagliari. 26 anni, un buon numero di gol nel suo carnet sardo: 12 milioni la riciesta, 9 l’offerta cui si potrà aggiungere l’altra metà di Acquafresca già alla corte di Donandoni. Intanto Kucka era a Genova durante il match di campionato seguendo la gara dalla tribuna del Ferraris. Possibile un suo impiego contro l’Inter in Coppa Italia mercoledì prossimo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *