Top 11 che si colora di azzurro, quattro i giocatori del Napoli presenti.

Ecco il top undici di questa diciannovesima giornata.
1) Castellazzi (Inter): miracoloso su Maxi Lopez, sempre sicuro. L’assenza di Julio Cesar non pesa e l’ex sampdoriano lo sta sostituendo al meglio.
2) Grava (Napoli): dalla serie C alla massima divisione e nel Napoli il suo nome è sempre apparso. Francobolla chiunque abbia il pallone a centrocampo. Merita un elogio particolare.
3) Grossmuller (Lecce): merita la nomination per la rete, la prima in serie A che determina il primo successo esterno dei pugliesi, sul campo della vice capolista.
4) Cambiasso (Inter): è l’uomo in più della sua squadra. Altri gol che equivalgono ad un successo. E sono sei punti portati in due gare.
5) Bovo (Palermo): il difensore copre bene sugli attaccanti avversari ed è uno dei più pericolosi in attacchi con le sue punizioni bomba.
6) Maggio (Napoli): è in giornata di grazia e sulla fascia non trova ostacoli. Neppure un elemento esperto come Chiellini riesce a frenarlo.
7) Guberti (Sampdoria): decide la gara contro la sua ex squadra che non ha creduto in lui. E’ una spina nel fianco della difesa giallorossa. Sulla fascia spopola.
8) Pazienza (Napoli): uomo faro, meno appariscente dei tre che giocano davanti ma sicuramente non meno importante. Una gara tutto cuore e sostanza.
9) Acquafresca (Cagliari): si pensava che l’assenza di Matri potesse pesare ed invece l’ex genoano l’ha sostituito a dovere realizzando una pregevole doppietta.
10) Cavani (Napoli): è una prima punta che segna sempre eppure troppo spesso a Palermo era stato fatto giocare sulla fascia. Il vero ruolo dell’uruguaiano è questo ed il Napoli sta approfittando della  sua capacità sotto porta.
11) Di Natale (Udinese): il Milan è la sua vittima preferita ma il bomber della Nazionale dimostra che anche quest’anno resta il favorito per la vittoria nella speciale classifica dei cannonieri.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *