Miccoli ed Eto’o lanciano Palermo ed Inter ai quarti di finale. Battuti Chievo e Genoa.

di Franco Avanzini
Il Palermo è la prima a superare il turno approdando ai quarti di Coppa Italia grazie ad un rigore di Miccoli a pochi minuti dalla fine della partita contro il Chievo. I rosanero hanno legittimato il successo colpendo addirittura tre pali con lo stesso bomber Miccoli, con Bovo e con Kasami. Per la formazione di Delio Rossi da rilevare anche una rete annullata a Kasami per fuori gioco. Il Chievo non è riuscito proprio a  pungere anche a causa di una formazione molto rimaneggiata. Avversaria del Palermo sarà il Parma che, a dicembre, aveva eliminato la Fiorentina. Nella seconda gara della giornata è l’Inter a superare il turno battendo per 3 a 2 il Genoa. Nei milanesi spazio all’ex Ranocchia ed in difesa a Santon e Materazzi mentre nei liguri in campo l’ultimo arrivato Kucka ed i giovani Jelenic e Boakie. Gara equilibrata che viene spezzata dal solito Eto’o. Il giocatore nerazzurro si beve due avversari in area di rigore ed anticipando l’uscita di Scarpi lo batte con un preciso rasoterra. E’ il 15’. Il Genoa gioca ma non punge. Muntari sfiora il raddoppio al 32’ con un bel tiro dalla distanza. Duieci minuti dopo Cambiasso crossa per Eto’o che evita Moretti sullo slancio e batte Scarpi con un diagonale preciso. Ed il primo tempo si chiude sul 2 a 0 per Eto’o e soci. Criscito lancia perfettamente Rudolf che viene atterrato in area da Ranocchia. Il rigore susseguente viene trasformato da Kharja. Gara riaperta al 9’. Curiosità due minuti dopo: Muntari viene sostituito, ci mette un minuto per uscire e l’arbitro lo ammonisce. Al 14’ angolo dalla destra e perfetto stacco di testa di Mariga con palla che finisce nel ‘sette’ alla destra di Scarpi. Il Genoa ci prova, l’Inter si siede ma Castellazzi tiene a galla i nerazzurri con alcune interessanti parate sino al 90esimo quando Sculli di testa accorcia nuovamente le distanze per il 3 a 2 finale.. La formazione di Leonardo attende adesso la vincente tra Napoli e Bologna.