Una squadra ‘Artistica’; uno stadio imbattuto: alcune curiosità della 2′ di ritorno.

di Franco Avanzini
Calci d’angolo: ne sono arrivati ben 20 per il Palermo contro il Brescia. Un piccolo record che sono una dimostrazione di come i rosanero abbiano attaccato con grande continuità. La stranezza sta nel fatto che nessuno di questi sia risultato efficace. C’è infatti voluta una punizione dai 35 metri per ottenere un unico piccolo gol.
Simeone: normalmente il nuovo allenatore porta tre punti alla propria squadra. Questa volta è accaduto il contrario e la compagine etnea ha subito l’ennesima sconfitta. Fuori casa non ha mai assaporato la gioia del successo ed a Parma nella sua storia non ha mai vinto.
Olimpico
: è l’unico campo di serie A, quando ci gioca la Roma, imbattuto in questa stagione, sino a questo momento. I giallorossi vi hanno ottenuto otto successi consecutivi nelle ultime otto gare. Un fortino dove la squadra di Ranieri sta costruendo la sua rimonta.
Artistico: è il soprannome che il presidente dell’Udinese Pozzo ha dato alla sua squadra. Merito delle giocate di Alexis Sanchez e dei gol di Di Natale ma anche del centrocampo con Isla ed Inler che tamponano e cuciono azioni su azioni. Il pennello del quadro friulano è nelle mani di Guidolin che sta dipingendo una tela molto colorata ed allegra.
Zarate: l’argentino entra dopo 40 minuti a sostituire Sculli, si mangia qualche buon pallone sotto porta ed alla fine comincia una maxi rissa che potrebbe costargli cara. Prima colpisce sulla testa Perez con una pallonata poi va faccia a faccia con chiunque gli capiti a tiro. Brutto epilogo per un giocatore che dovrebbe prendersi una bella camomilla prima di scendere in campo.
Antenucci: ora mai il mercato invernale regala situazioni paradossali Il giocatore del Catania ha giocato parte della gara di Parma cercando di far gol al Parma il sabato. Quindi alla domenica è sceso di categoria passando al Torino. Beati i tempi in cui un elemento restava in una squadra per una stagione intera.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *