Palermo in semifinale di Coppa Italia. Battuto (5 a 4 ai rigori) il Parma.

di Franco Avanzini
Il Palermo è la prima semifinalista di Coppa Italia. Dopo 120 minuti estenuanti e conclusi sullo 0 a 0, i rosanero si sono sbarazzati del Parma dopo i calci di rigore. Crespo e Giovinco partono dalla panchina nel Parma. Giocano invece Bojinov e Palladino. Ingresso anche per l’altro ex genoano Modesto e per Galloppa dal primo minuto. Miglior schieramento possibile per il Palermo con Pastore, Miccoli ed Ilicic in attacco. Pastore pericoloso subito sul cross di Cassani cercando il gol di testa rasoterra ma mancando il bersaglio. Un mancato intervento di Pavarini crea un pericolo nell’area emiliana ma la difesa libera. Quindi ci prova Miccoli da fuori ma il numero dodici ospite blocca. Si fa vedere il Parma al 16’ con un lancio di Candreva per Palladino che gira al volo col destro sopra la traversa. Due minuti dopo palla gol per i locali. Pastore lancia Ilicic che chiude alla perfezione ma Pavarini mette in angolo coi pugni. La gara rallenta di parecchio la velocità e le due squadre non riescono più a pungere nel primo tempo. Miccoli da spettacolo con alcuni palleggi volanti ma non trova mai la conclusione giusta dalla distanza e sull’altro fronte Palladino al 43’ spreca da buona posizione calciando alto. Ed il primo tempo si chiude sul nulla di fatto. Ripresa senza cambi e squadre che non combinano granché nei primi dieci minuti di gioco salvo alcuni velleitari tentativi. Sul cartellino dell’arbitro finisco in rapida successione prima Alessandro Lucarelli quindi Modesto.  Pastore si accende ad intermittena ed al 11’ prova la conclusione ma il portiere ospite devia. Un attimo dopo Ilicic si libera bene in area di rigore ma calcia alle stelle. Al 18’ Miccoli si vede respingere il tiro dalla distanza. Stessa sorte capita ad una conclusione di Balzaretti. Marino a questo punto inserisce Giovinco al posto di Marques. Ed il neo entrato al 21’ fa ammonire Bovo reo di gioco scorretto nei confronti dell’emiliano. Candreva conclude alto da buona posizione dopo un assist di Giovinco. Quindi Rossi toglie Miccoli ed inserisce Gonzales. Al 33’ Marino tenta la carta pesante inserendo Crespo al posto di Bojinov. Cinque minuti dopo Pastore si presenta davanti a Pavarini ma il portiere ospite compie il miracolo e mette fuori. Dopo poco il giocatore ci riprova ma la mira non è precisa e la palla sfiora il palo alla sinistra di Pavarini. Sull’altro fronte una girata di Paci mette in difficoltà Sirigu che respinge coi piedi. Allo scadere viene ammonito Bacinovic per gioco falloso mentre Rossi inserisce Kasami al posto di Ilicic. Ed il nuovo entrato spreca il gol dopo aver saltato anche Pavarini ma sulla conclusione interviene Lucarelli che libera. E qui finisce la gara. Si va ai supplementari che iniziano con il cambio nel Parma: dentro Valiani e fuori Galloppa. Il primo dei due tempi risulta equilibrato senza emozioni e con un giallo per fallo di mano a Crespo.  Stessa solfa negli ultimi 15 minuti di gara. Kasami ci prova in diagonale ma la palla finisce larga sul fondo. Non accade in pratica più nulla e si va ai calci di rigore. Ed alla fine, dopo le reti di Bovo, Palladino, Modesto, Balzaretti, Candreva, Nocerino, Giovinco, Pastore; arriva l’errore di Crespo ed il gol di Martinez che manda in semifinale il Palermo col punteggio complessivo di 5 a 4.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *