Roma-Inter ennesima sfida di Coppa Italia. I romani eliminano la Juventus (2 a 0) a domicilio.

di Franco Avanzini
La Roma passa a Torino contro la Juventus 2 a 0 conquistando la semifinale di Coppa Italia dove affronterà l’Inter. Sissoko e Felipe Melo saranno i titolari del centrocampo juventino, fuori Marchisio ed Aquilani. Martinez e Pepe si posizionano sulle fasce. Storari partirà dal primo minuto in porta. Nella Roma giocano Menez e Vucinic davanti, quest’ultimo al posto dello squalificato Totti. Gara che comincia subito con qualche scontro di troppo soprattutto a centrocampo ma poche azioni reali. Le due squadre si temono. Tanti falli con le due squadre che non riescono ad arrivare nei pressi delle rispettive aree di rigore. Finalmente al 17’ arriva la prima azione degna di tal nome. Burdisso di testa manda la palla di poco a fondo campo raccogliendo un angolo battuto da Vucinic. Un minuto dopo Menez serve Vucinic che ci prova rasoterra ma Storari para. Mexes si becca quindi il primo giallo della gara per gioco scorretto. Si vede anche la Juventus in attacco al 26’ con una conclusione fuori bersaglio di Felipe Melo. Due minuti dopo Chiellini serve Del Piero che conclude di sinistro da fuori area ma la palla viene deviata. Sull’altro fronte tocca a Vucinic portare lo scompiglio nella difesa bianconera mancando però la porta. Alla mezzora viene ammonito Motta. Al 40’ la Roma deve sostituire l’infortunato Brighi con Taddei. Le due squadre continuano a scontrarsi prevalentemente a centrocampo ed anche nei tre minuti di recupero del primo tempo non accade più nulla. La ripresa si apre due cambi, uno per parte. In casa Juventus, fuori un abulico Amauri e dentro Milos Krasic mentre Ranieri inserisce Borriello e toglie Menez. Al 3’ passaggio filtrante di Vucinic per Simplicio e conclusione del centrocampista parato da Storari. Altre tre minuti ed al tiro va Perrotta ma la conclusione viene respinta. Ci prova anche Vucinic senza però avere fortuna. Al 17’ torna in campo Iaquinta e va a sostituire Pepe. La gara si sblocca dopo venti minuti della ripresa. De Rossi serve Vucinic che, dalla fascia sinistra, tira con il destro mandando la sfera all’angolino basso destro della porta di un incolpevole Storari. Roma in vantaggio e Juventus che deve cambiare strategia e soprattutto deve riuscire ad impensierire la difesa avversaria. Ma è ancora la squadra ospite ad andare vicina alla rete. Cross di Taddei e stacco di testa di Mexes con la palla deviata in angolo dal portiere juventino. Ed i padroni di casa costruiscono una buona azione con Iaquinta che di testa impegna Julio Sergio. L’attaccante ci riprova ma la risposta del portiere è la stessa ed il punteggio non varia. Entra Grosso al posto di Motta nella Juventus al 27’ ed un minuto dopo Sissoko calcia da fuori area mandando la sfera sopra la traversa. La Juventus spinge alla ricerca del pareggio ma la Roma non sta a guardare, Cassetti serve Vucinic che tira ma la palla termina a fondo campo. Al 41’ Iaquinta prova il colpo di testa ma la palla viene deviata dal portiere. Un minuto dopo, sull’altro fronte, ci prova Mexes con mira errata. La Juventus attacca, sfiora la rete con Bonucci al 90’ ma nel minuto di recupero la Roma raddoppia. Punizione di De Rossi per Taddei gran sinistro e palla alle spalle di Storari. E’ il 2 a 0 con cui si chiude la gara regalando la qualificazione e, di conseguenza l’Inter, alla Roma.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *