Doppio Kozak e la Lazio vola in graduatoria. Battuta una deludente Fiorentina.

di Franco Avanzini
La Lazio raggiunge per il momento il secondo posto battendo la Fiorentina 2 a 0. Per un tempo la ‘viola’ riesce a tenere il pareggio, poi, in cinque minuti nella ripresa, si scioglie lasciando campo aperto ai romani. Sculli e Foggia vanno in panchina e tre sono gli assenti, due per squalifica (Dias e Zarate) ed Hernanes a centrocampo che si accomoda in panchina, in difesa gioca Diakité, in attacco Floccari viene affiancato a Kozak mentre sull’altro fronte gioca l’ex De Silvestri mentre i due nuovi Neto (portiere) e Behrami (altro ex) sono in panchina Sull‘esterno sinistro gioca Gulan. La prima occasione arriva al 4’ con Floccari dopo un velo di Kozak ma Boruc devia in angolo. Tre minuti dopo porta palla Floccari quindi, giunto al limite dell’area, lo ferma per il tiro di Ledesma a fondo campo. Primo ammonito nella Fiorentina, è Gulan per un fallo di mano volontario. Dopo soli 11 minuti si fa male Diakité e la Lazio è costretta ad effettuare la prima sostituzione facendo entrare Stendardo. Al 25’ Lazio pericolosa sul cross di Mauri ed il tentativo di testa di Kozak anticipato all’ultimo momento dal recupero di Gulan. I locali ci mettono grinta ma l’assenza in un sol colpo di Zarate, Hernanes e Matuzalem pesano sulla manovra offensiva. Inoltre i biancazzurri non sono fortunati ed al 37’, mentre Muslera sventa una conclusione di Cerci dalla distanza, vedono uscire Floccari, infortunato, sostituito da Sculli. Viene quindi ammonito Donadel per un fallo su Kozak. Gonzales vola verso Boruc dopo un errore di Klordrup, spara dal limite dell’area ma il portiere viola respinge coi pugni.  Il primo tempo si chiude con l’ammonizione di Mauri per proteste sul risultato di parità: 0 a 0. Ripresa che si apre con l’ingresso di D’Agostino al posto di Ljajc e Santana che sale nel trio d’attacco. Ma la partita non sale di tono. Kozak si spegne e soprattutto non trova molta collaborazione in Sculli. Sull’altro fronte i viola tengono molto palla ma non pungono più di tanto. Boruc al 15’ blocca un cross dalla fascia sinistra anticipando Stendardo. Due minuti dopo ci prova Sculli in mezza girata ma il portiere viola blocca agevolmente a terra. Viene quindi ammonito Cerci per gioco non regolamentare. Al 23’ Kroldrup atterra Kozak in area di rigore. E’ rigore con ammonizione del difensore viola. Batte lo stesso Kozak che insacca. Entra Babacar per Cerci, Mihailovic gioca il tutto per tutto per recuperare la gara. Passano cinque minuti, Sculli, servito da Brocchi, va sul fondo e crossa. Boruc non ci arriva e dietro giunge la testa di Kozak che insacca. Entra Behrami per Donandel nella Fiorentina mentre Reja inserisce a dieci minuti dalla fine Hernanes togliendo Gonzales. Linchsteiner viene ammonito al 44′ per un fallo su Babacar. E’ l’ultima nota di una partita non spettacolare ma che comunque consegna al campionato una rilanciata Lazio. Tornano invece gli spettri della bassa graduatoria per la Fiorentina che in trasferta proprio non va.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *