Turno infrasettimanale: Milan-Lazio è l’antipasto, la chiusura è affidata all’Inter.

di Franco Avanzini

Turno infrasettimanale della serie A con la gara principale che si disputerà domani sera. Milan-Lazio è la partita madre del campionato. Se i rossoneri vinceranno potrebbero eliminare una avversaria dalla corsa scudetto. In caso contrario i distacchi con i biancazzurri ma anche con le altre squadre che inseguono potrebbero assottigliarsi. Pato-Robinho-Ibrahimovic dovrebbe essere il tridente di partenza per Allegri cui risponderà Reja con la coppia Sculli-Kozak con Zarate ancora fuori dalla formazione di partenza.
Una delle sfide più interessanti del mercoledì sera (gare tutte alle ore 20.45) è Palermo-Juventus. Due sconfitte per entrambe nel turno di domenica di sapere un po’ amaro. Siciliani che però hanno gettato al vento punti importanti a Milano mentre i torinesi hanno aperto una piccola crisi da cui possono uscirne solamente coi risultati. Matri è il nuovo acquisto dei bianconeri e sicuramente dovrebbe scendere in campo dal primo minuto come pure Barzagli che andrà di fatto a sostituire lo squalificato Bonucci mentre la squadra di Delio Rossi vorrebbe dare il colpo di grazia ai bianconeri con il trio delle meraviglie Pastore-Miccoli.Ilicic. Andelkovic sostituirà invece lo squalifcato Munoz.
Chi sta volando sono il Napoli e l’Udinese e, visti gli avversari, per entrambe il successo appare il risultato più logico. I partenopei saranno di scena  a Verona con la speranza di bissare il successo ottenuto contro la Sampdoria. Non potranno contare però su Lavezzi e sul neo acquisto Mascara, entrambi fermi per un turno. El pocho, verrà sostituito da Zuniga che andrà ad affiancarsi al bomber Cavani ed ad Hamsik. Chievo in formazione tipo ancora col francese Thereau in campo e Moscardelli in panchina.
L’Udinese invece ospiterà il Bologna che non ha giocato domenica scorsa per via della neve. Dopo i successi contro Inter e Juventus, Guidolin spera di proseguire nella fase positiva contando sempre su Di Natale, alla ricerca del 100esimo gol in serie A e, in mancanza dello squalificato Sanchez, sull’ex napoletano Denis che, quando viene chiamato in causa, non ha mai deluso. Emiliani invece con Meggiorini che affiancherà Di Vaio in attacco.
Pazzini in campo dal primo minuto, ma giovedì dalle ore 20.45 nel posticipo, al fianco di Eto’o nell’Inter a Bari. Dopo la doppietta contro il Palermo, l’ex sampdoriano spera di proseguire nella scalata alla classifica dei marcatori anche in Puglia. Okaka-Rudolf in campo sul campo fin da subito per tentare un’impresa quasi impossibile.
Il ritorno di Iachini sulla panchina del Brescia non è dei più semplici dovendo giocare all’Olimpico contro la Roma. Totti-Borriello in campo nella formazione di Ranieri mentre Koné è squalificato nei lombardi che ripropongono in campo Vaas.
Dal ritiro partito già lunedì, la Fiorentina fa sapere di avere voglia di vittoria contro il Genoa che, in trasferta, è la squadra che ha subito meno reti di tutte nella massima divisione. Il rientro tanto auspicato di Mutu non è propriamente dietro l’angolo. Mihailovic l’ha detto chiaramente. Gilardino in coppia con Ljajc cercheranno di tornare a far sorridere i tifosi viola. Sull’altro fronte il grande assente sarà l’ex Dainelli, fermato dal Giudice Sportivo. Al suo posto dovrebbe toccare a Moretti. Per il resto formazione invariata rispetto a domenica scorsa.
Cesena-Catania è la sfida clou della bassa classifica. Bogdani in campo al posto di Budan (in panchina) per i romagnoli mentre Maxi Lopez sarà la punta di sostegno per un Simeone  alla ricerca dei primi punti in serie A. Altra sfida importante per la zona che scotta è Parma-Lecce. Emiliani che potrebbero lanciare subito in squadra Amauri, assieme a Giovinco e Crespo. Anche se la soluzione con l’ex juventino e valdanito appare alquanto difficile. Possibile invece l’ingresso di Palladino al posto di uno dei due. Rientrano dalla squalifica in difesa Paci e Zaccardo. Sicuramente in panchina Paletta, mister disastro a Genova. Nel Lecce fuori Di Michele, in avanti il duo Corvia-Jeda con Oliveira alle loro spalle.
Sampdoria-Cagliari chiude la giornata: genovesi che, leccandosi le ferite, cercano i tre punti dopo la scoppola di Napoli col duo Maccarone-Macheda in attacco mentre i sardi, orfani di Matri, si affideranno in attacco ad Acqua fresca e Nené.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *