La fortuna non aiuta il Milan. La Lazio fa 0 a 0. Bonera e Legrottaglie out.

di Franco Avanzini
Il Milan rallenta, fa solo 0 a 0 contro la Lazio ma in questo caso è la dea bendata che non aiuta i rossoneri negandogli la rete in varie circostanze con due pali ed un salvataggio sulla riga. Ancora in panchina Cassano al suo posto gioca Pato con il duo Ibrahimovic-Robinho nell’attacco del Milan. Sull’altro fronte Sculli-Kodak è la coppia d’attacco con Hernanes alle loro spalle. Il primo tentativo della gara è di Ledesma che chiude però male calciando con il suo destro a fondo campo. Sull’altro fronte cross di Ibrahimovic sul quale non arriva, sul secondo palo, Flamini per poco. Prende campo il Milan ed Ibrahimovic manca la conclusione da buona posizione. Flamini si fa vedere anche di testa al 16’ ma la sua inzuccata a correggere un cross di Oddo finisce largo. Due minuti dopo Sculli si guadagna un corner. Alla battuta va Hernanes ma Gonzales manca il colpo di testa decisivo sotto porta. Al 21’ arriva la prima palla gol per il Milan. Flamini calcia col sinistro di poco sopra la traversa. Quattro minuti dopo è bravo Muslera ad abbrancare a terra la palla sul lancio per Ibrahimovic. Il Milan attacca, Flamini svirgola una conclusione verso la porta, la palla arriva ad Ibrahimovic che vede rimpallata la propria conclusione di testa. I padroni di casa ci provano in tutti i modi anche con rovesciate spettacolari come quella di Thiago Silva che però colpisce debolmente la palla e Muslera blocca. Lazio che si mantiene molto prudente e non mette il naso oltre la propria meta campo. I romani si vedono dalle parti di Abbiati al 33’ con un tiro svirgolato di Brocchi che termina fuori peraltro non di molto. Più preciso il colpo di testa di Kozak un minuto dopo. Pallone messo in angolo dal portiere di casa. Sponda di Ibrahimovic per Emanuelson che spreca una ghiotta occasione calciando sopra la traversa. Al 36’ la combina grossa Muslera che uscendo a vuoto permette a Flamini di intervenire sulla palla dopo un cross di Emanuelson ma il francese non trova l’impatto col pallone. Sessanta secondi dopo crossa Oddo, interviene Muslera che smanaccia in angolo. Il primo tempo si chiude sullo 0 a 0 tra due squadre che combattono molto creando però poco in fase offensiva. All’inizio della ripresa esordio per Legrottaglie nel Milan al posto del claudicante Bonera. Partenza a razzo per i rossoneri. Clamoroso al 6’. Tiro di Ibrahimovic dalla distanza che colpisce il doppio palo, prima uno poi l’altro. Flamini si vede ribattere da Brocchi una conclusione a botta sicura mentre poco dopo ancora lo svedese va al tiro mandando di un soffio la palla a fondo campo. Padroni di casa arrembanti e Lazio che soffre tremendamente. Muslera salva la sua porta coi piedi uscendo alla disperata su Pato. Al 14’ Sculli viene atterrato da Oddo che l’arbitro ammonisce per l’intervento non regolamentare. Allegri, quattro minuti dopo, inserisce Cassano al posto di Pato mentre Ibrahimovic prova la magia per correggere verso la porta un cross non preciso di Oddo ma senza fortuna. Al 25’ Robinho calcia verso la porta, la palla supera Muslera ma l’urlo del gol si strozza nella gola del brasiliano dal provvidenziale intervento di Biava sulla linea. Un minuto dopo sempre Robinho ci prova calciando però sopra la traversa. Milan assolutamente padrone del campo, arrivano le occasioni da rete ma manca la stoccata decisiva e la stessa dea bendata non da una mano ai rossoneri. Primo giallo in casa Lazio a Kozak per gioco non regolamentare. Reja inserisce a questo punto Bresciano al posto di Gonzales. Viene ammonito pure Ledesma per gioco scorretto. La gara sembra palacrsi un attimo ed il tecnico della Lazio ne approfitta per sostituire Beppe Sculli con Stefano Mauri. Graziato Kozak, già ammonito, che va a colpire intenzionalmente Legrottaglie. Il milanista due minuti dopo deve abbandonare il campo sostituito da Sokratis. Ibrahimovic ed Emanuelson ci provano senza fortuna. Il Milan va all’assalto nei cinque minuti di recupero. Ibra ci riprova per l’ennesima volta quasi sul fischio di chiusura ma la palla termina sopra la traversa.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *