Tanto Chievo nella top 11 della 4′ giornata di ritorno.

Ecco il top undici di questa quarta giornata di ritorno.
1) Muslera (Lazio): è fortunato ma anche bravo a ribattere tutto ciò che arriva dalle sue parti.
2) Nainggolan (Cagliari): seconda stupenda rete in serie A. Cellino si frega le mani, si ritrova un giocatore dal valore triplicato per il futuro.
3) Domizzi (Udinese): seconda rete stagionale segnata sempre in spaccata. Ottima scelta di tempo sui lanci dei compagni.
4) Sardo (Chievo): scatenato come la sua squadra ha messo in ginocchio il Napoli. Solo una sbavatura su Cavani poi lo ha annullato.
5) Behrami (Fiorentina): uno stantuffo a centrocampo. Morde le caviglie agli avversari e costruisce gioco. Ritrovato per il campionato italiano.
6) Migliaccio (Palermo): i colpi di testa sono la sua specialità ed ancora una volta mette in pratica la lezione.
7) Fernandez (Chievo): un motorino a centrocampo che regala vivacità all’azione dei clivensi. Vince i confronti diretti con gli avversari che si trovino dalle sue parti.
8) Kharja (Inter): prima gara dal primo minuto e primo gol. Mette in mostra un piede sopraffino e visione di gioco. E pensare che nel Genoa era terminato nel dimenticatoio.
9) Chevanton (Lecce): qualche stagione fa sembrava dovesse diventare fortissimo poi si è perso. Finalmente si è ricordato di essere un bomber.
10) Moscardelli (Chievo): il gol non vale il pianto fatto in panchina per la rete, facile, che si è divorato. Ha superato i 30 anni ma avrebbe meritato di giocare in serie A da tempo.
11) Di Vaio (Bologna): è implacabile. Quasi ogni pallone toccato si trasforma in gol.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *