Matri non si commuove e fa doppietta. La Juventus passa a Cagliari 3 a 1.

di Franco Avanzini
Dopo due sconfitte consecutive, la Juventus torna al successo sul terreno del Cagliari. Proprio l’ex Matri è stato l’artefice della vittoria cui si è aggiunto nel finale Luca Toni con la prima rete in bianconero. Sforunato il Cagliari che, già nel primo tempo, ha perso due elementi di spicco quali Agostini e Nainggolan. Matri più Martinez è questa la scelta di Del Neri che porta accanto a se in panchina Alex Del Piero. Cagliari con la nuova formazione che presenta due trequartisti (Lazzari e Cossu) e l’unica punta (Acquafresca). La gara inizia con un liscio di Pisano senza conseguenze per la sua squadra poi tocca a Nainggolan provarci dalla distanza ma Buffon blocca in due tempi. La replica della Juventus arriva un attimo dopo. Aquilano batte un angolo sul quale stacca di testa Bonucci ma la palla termina di poco fuori. Krasic entra male su Agostini e si becca il giusto giallo. Conti ci prova dalla distanza ma la sua conclusione viene respinta dalla difesa bianconera. Al 9’ Marchisio lancia Mmatri che, per la prima volta, va alla conclusione contro la sua ex squadra. La palla però viene parata da Agazzi. Tre minuti dopo Agostini, già claudicante per l’intervento precedentemente subito, deve lasciare il posto ad Ariaudo. Martienz quindi va al cross sul quale si avventa Aquilani che calcia di giustezza ma Agazzi vola e para. Palla indirizzata sotto la traversa. Conti viene ammonito per un intervento falloso su Aquilani ed al 21’ la Juventus passa in vantaggio. Martinez serve Matri che, dalla fascia destra dell’area di rigore, lascia partire un rasoterra preciso che va ad insaccarsi alle spalle di Agazzi. Reagisce subito il Cagliari con Biondini la cui conclusione però non è precisa. La Juventus sembra trasformata rispetto alle ultime uscite anche se già a Palermo aveva dato segni di risveglio. Cagliari un po’ in bambola che non riesce a riorganizzarsi. Va al tiro anche Cossu ma la mira non è delle migliori. Il trequartista alla mezz’ora crossa dal fondo, va al colpo di testa Conti ma la sfera termina a fondo campo.  Sardi neppure fortunati al 39’ quando perdono pure Nainggolan sostituito da Missiroli per infortunio. Quattro minuti dopo tiro di Krasic ribattuto. Proprio allo scadere viene ammonito Biondini per gioco duro quindi tocca a Bonucci prendersi il cartellino giallo. Il primo tempo si chiude con un tentativo di Conti respinto dai difensori juventini. Partita alquanto scorbutica, dura. Juventus che galleggia grazie al gol dell’ex mentre il Cagliari deve recriminare per aver perso due pedine essenziali della sua formazione già nei primi 45 minuti di gara. La ripresa si apre coi sardi arrembanti ed al 6’ arriva il pareggio. Cross di Cossu, interviene Robert Acquafresca che spara un rasoterra preciso con la sfera che si spegne nell’angolino basso alla destra di Buffon che nulla può. E’ l’ 1 a 1. Locali che attaccano ancora e due minuti dopo di testa Astori trova pronto il numero uno ospite. Sull’azione successiva viene ammonito Ariaudo per gioco scorretto. Marchisio si prova da fuori area ma il suo tiro viene respinto. Del Neri inserisce a questo punto Alex Del Piero al posto di Martinez. Tocca a Biondini provarci dalla distanza ma la palla termina a lato alla destra di Buffon. Partita sempre nervosa e ruvida: sul cartellino dell’arbitro finisce pure Aquilani. Al 16’ torna sul proscenio Alessandro Matri che di testa da centro area spedisce però la sfera a fondo campo. Tre minuti dopo entra Sissoko al posto di Krasic. Ariaudo conclude da fuori area ma non trova la porta. Al 23’ dalla distanza cerca fortuna Del Piero ma la mira è alta. Tre minuti dopo Nené va a dare il cambio a Lazzari nel Cagliari mentre Toni (al rientro in campo dopo l’infortunio) sostituisce Marchisio. Alla mezzora torna in vantaggio la Juventus. Cross di Chiellini, arriva in corsa Matri che, calciando con il destro, manda la palla nell’angolino basso alla sinistra di Agazzi. E siamo 2 a 1 per i bianconeri. Tutto da rifare per la formazione di Roberto Donadoni. Al 37’ Del Piero conquista palla e tira da fuori area ma la sua conclusione viene respinta dalla difesa. Due minuti dopo cross dal fondo di Pinturicchio e perfetto stacco di testa di Toni con palla che si spegne in fondo al sacco. Partita praticamente chiusa. Nené prova a riaprila con una conclusione che però viene deviata. Anche Acquafresca sbaglia la mira di testa nel primo minuto di recupero. E’ l’ultima nota di cronaca di una gara che rilancia la Juventus nella zona Europa della graduatoria.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *