Argentina, Inghilterra e Spagna ok. Brasile ko. Clamoroso in Lussemburgo: le altre amichevoli.

di Franco Avanzini

Mercoledì di gare internazionali con tante amichevoli che interessano molte squadre. A parte vi diciamo dell’Italia. Qui parliamo delle altre compagini.

Il Brasile viene sconfitto dalla Francia a Parigi per 1 a 0. Primo tempo nervoso con l’espulsione di Hernanes al 40’. Carioca in dieci uomini per tutta la ripresa. Il gol partita arriva al 9’ con Karim Benzema. Il Brasile si getta all’attacco, fa entrare anche Pato nel finale di incontro ma non riesce ad equilibrare le sorti della sfida.

In sette minuti tra il 14’ ed il 21’ del primo tempo, botta e risposta tra l’Argentina di Messi ed il Portogallo di Cristiano Ronaldo in cui erano presenti anche i genoani Eduardo e Veloso. Vantaggio dei biancocelesti con Di Maria servito proprio da Lionel Messi e pareggio lusitano con Cristiano Ronaldo. Gara che sembrerebbe avviarsi sul pareggio quando al 90esimo l’arbitro decreta un rigore ai sudamericani che viene trasformato da Messi per il 2 a 1 finale.

I Campioni del Mondo della Spagna vincono di misura, 1 a 0 contro la Colombia in un incontro molto ostico nel quale si contano ben sei cartellini gialli tra le due squadre (uno di questi è toccato pure al milanista Yepes). Il gol partita arriva quasi allo scadere per merito di David Villa servito da Jesus Navas.

Fabio Capello vince anche in Danimarca per 2 a 1. Inglesi che però vanno sotto dopo otto minuti con Aggen. Ma già al 10’ la squadra della Regina pareggia con Darren Bent. Il gol partita arriva nella ripresa al 23’ con Young.

L’Olanda è un trattore che passa sopra qualsiasi avversario. Questa volta batte per 3 a 1 l’Austria. Apre le marcature nel primo tempo l’interista Sneijder. Le altre tre segnature arrivano nella ripresa. Huntelaar raddoppia al 3’ poi arriva la terza rete di Kuyt su rigore e l’ex interista Arnautovic accorcia nel finale le distanze per gli austriaci.

Clamoroso in Lussemburgo dove la squadra di casa ottiene un successo di prestigio, 2 a 1, contro la Slovacchia di Marek Hamsik. Ospiti andati in vantaggio per primi dopo dieci minuti della ripresa con Jendrisek ma subito recuperati da Da Mota. Lo stesso giocatore lussemburghese, a nove minuti dalla conclusione, ha realizzato il gol per una vittoria storica.

Un’altra sorpresa è stata la sconfitta della Russia di Dick Advoocat contro l’Iran per 1 a 0. A segno, proprio al 90esimo, è andato Khalatbari, espulso nell’occasione per somma di ammonizioni, la seconda presa proprio per il fatto che si è tolto la maglia per l’esultanza.

Il polacco Lewandoski ha regolato con una sua rete la Norvegia. Rete giunta dopo 18 minuti dal fischio di inizio e poco altro accade nel resto di gara.

Bene l’Ungheria del barese Rudolf che a Baku ha sconfitto Azeirbagian per 2 a 0. Proprio l’ex attaccante del Genoa ha portato in vantaggio la sua squadra che ha trovato poi il raddoppio sul finire dell’incontro grazie ad Hajnal.

Una delle gare più emozionanti è stata sicuramente Croazia-Repubblica Ceca che si è chiusa col successo dei padroni di casa per 4 a 2. Eduardo e Kalinic in tredici minuti portano la Croazia sul 2 a 0 ma la reazione ceca non si fa attendere ed arrivano, sempre nella prima frazione di gara, le reti di Sivok ed allo scadere di Rosicky. Nel secondo tempo allungano nuovamente i biancorossi con i gol di Kalinic ed Ilicevic. Nessuna possibilità di tornare in gara questa volta per la formazione che fu di Nedved. Incontro arbitrato dal nostro Orsato di Schio.

La Grecia dei giovani ha invece sconfitto il Canada col minimo scarto. A segno è andato Fetfatzidis a metà ripresa.

Tra le amichevoli minori, vittoria della Georgia del genoano Khaladze contro l’Armenia per 2 a 1. Iasvili e Siradze sono i goleador per gli ospiti cui ha risposto nel secondo tempo il solo Manucharian. Parità, 1 a 1, tra Kazakistan e Bielorussia. Allo scadere del primo tempo su calcio di rigore, gol per i bielorussi di Hleb. Pareggio nella ripresa per i padroni di casa di Ostapenko a due minuti dalla fine del match. A Riga Lettonia batte Bolivia 2 a 1. Gara caratterizzata da ben tre calci di rigori, tutti trasformati. Doppio vantaggio lettone con Verpakovskis nel primo tempo e Cauna nella ripresa. Gol di Moreno per i boliviani. Nulla di fatto invece tra Turchia e Corea del Sud che si annullano vicendevolmente senza trovare mai lo specchio della porta. Unica emozione l’espulsione del turco Belozoglu dopo un’ora di gioco per somma di ammonizioni.
Vittoria serba in Israele per 2 a 0 grazie alle marcature siglate da Tosic e Trivunovic, un gol tempo. Pareggio con reti, tutte su rigore, (2 a 2) tra Estonia e Bulgaria. Due i marcatori e per entrambi è doppietta. Vassjliev per i locali, sempre in vantaggio e Popov per gli ospiti.
Vittoria in trasferta della Slovenia, 2 a 1, contro l’Albania a Tirana. Novacovic e Dedi, su rigore, proprio allo scadere della sfida, i gol sloveni; inframmezzati dalla rete albanese di Bulku.
Finisce 0 a 0 la sfida tra Malta e Svizzera. Elvetici con parecchie novità ma che non sono riusciti a pungere una munita difesa maltese.
Altro pareggio, ma questa volta per 1 a 1, tra Belgio e Finlandia con le due segnature giunte entrambe nella ripresa. Vantaggio dei padroni di casa con Witsel e pareggio dei nordici realizzato da Porokara proprio al novantesimo.
Netta vittoria della Scozia, 3 a 0, nel derby anglosassone contro l’Irlanda del Nord. Partita già in discesa nel primo tempo con le reti siglate da Miller e McArthur. Nel secondo tempo il risultato viene arrotondato da Commons.
Identico punteggio del Marocco contro il Niger. Tripletta di Boussufa tra il primo ed il secondo tempo. Troppo forti i nord africani per un Niger che non fa molto per cercare di riequilibrare l’incontro.

Torneo internazionale in Svezia con due gare terminate entrambe ai calci di rigore dopo l‘1 a 1 dei novanta minuti di gioco. Tra Cipro e Romania l’1 a 1 porta le firme di Torje al 9’ della ripresa e pareggio nel finale dei ciprioti siglato da Konstantinou. Dal dischetto poi successo rumeno per 5 a 4. Non segna Ibrahimovic nella Svezia che però fa l’assist del vantaggio a favore del suo compagno Elmander. Pareggio della formazione di Shevcenko con Devic su calcio di rigore sempre nei primi 45 minuti di gioco. Dal discetto precisi gli ucraini che vincono 5 a 4.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *