Un giapponese ed altri volti nuovi nella top 11 della 9′ di ritorno.

Ecco il top undici di questa nona giornata di ritorno.

1) De Sanctis (Napoli): salva il risultato in un incontro in cui avrebbe dovuto fare il semplice spettatore. Bravo soprattutto su Caracciolo.

2) Berardi (Brescia): baluardo della difesa lombarda contro il signor Cavani. Lo frena mettendogli il bavaglio senza nemmeno troppi falli.

3) Nagatomo (Inter): prima rete per lui in serie A e la segna con una velocità di gambe impressionante ed una conclusione molto precisa.

4) Campagnaro (Napoli): una prestazione tutto cuore con grandi chiusure difensive ma anche interessanti discese in fase di attacco. Giocatore completo.

5) Ramirez (Bologna): all’ultimo assalto, all’ultimo tuffo, all’ultimo respiro. Segna lui la rete del pareggio definitivo regalando sorrisi a tutti i tifosi presenti.

6) Gattuso (Milan): decreta l’addio della Juve dalle zone alte della classifica e probabilmente regala, al 70 per cento, lo scudetto ai suoi.

7) Giaccherini (Cesena): prima doppietta in serie A segnata in soli cinquanta secondi per tre punti basilari nella rincorsa per la permanenza nella massima divisione.

8) Pizarro (Roma): spegne le polemiche dell’ennesima rimonta subita con un perfetto rigore che regala tre giorni di serenità prima della Coppa.

9) Eto’o (Inter): due gol, un assist ed un gesto da campione quando dice di non esser stato toccato in area di rigore da un avversario.

10) Mutu (Fiorentina): finalmente è tornato il rumeno che tutti conoscevano. Segna una doppietta e regala il gol a Gilardino con un bel tocco. L’uomo in più che mancava alla viola.

11) Sculli (Lazio): doppietta, la prima, con la maglia biancazzurra per un giocatore che solo ora sta finalmente trovando la giusta forma.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *