Pato è il Milan. Segna due reti e la lancia in classifica. Termina 3 a 0 con rigore finale di Cassano. Un espulso per parte.

di Franco Avanzini

Il Milan stronca l’Inter e la allontana in classifica portando il vantaggio a 5 punti. Finisce 3 a 0 con super Pato che segna una doppietta. Poco propositiva l’Inter che, a parte un colpo di testa di Thiago Motta ed una conclusione di Eto’o, non combina granché. Pubblico delle grandi occasioni (80.000 i presenti) con tanti cori da parte dei milanisti (che sono in superiorità numerica giocando in casa) contro il tecnico nerazzurro. Chivu e Ranocchia (al posto dello squalificato Lucio) centrali nell’Inter con Zanetti sulla fascia ed un 4-2-3-1 presentato dal Leonardo che prevede Pazzini davanti con Eto’o, Sneijder e Pandev alle sue spalle. Olandesi in campo nel Milan (Van Bommel e Seedorf dal primo minuto), Zambrotta sulla fascia e Boateng a centrocampo dietro le due punte, Pato e Robinho. Arbitra Rizzoli giunto al terzo derby della Madonnina. Nei precedenti ha sempre vinto l’Inter. Tantissima tensione presente sul terreno di gioco. Giocatori carichi: milanisti più concentrati, interisti più sereni. Il calcio d’inizio è del Milan. L’Inter non tocca palla ed al 47esimo secondo Seedorf inizia l’azione, fa uno due con Pato, i difensori Chivu e Ranocchia si scontrano, nessuno si accorge di Robinho che tira, Julio Cesar devia, entra Pato che insacca. Milan già in vantaggio ed Inter che deve da subito rivedere il suo approccio. Dopo 2 minuti e 42 secondi arriva il primo fischio arbitrale per fermare Robinho in fuorigioco. Nerazzurri un po’ sotto choc che non riescono a ripartire. Pandev prova la conclusione, la prima dell’Inter ma il macedone svirgola la palla e Abbiati blocca senza problemi. Più pericoloso il Milan, Pato scodella sfera a centro area sul quale Robinho arriva in ritardo per un soffio. Il gol del vantaggio ha messo le ali alla squadra di Allegri. Proteste per un fallo di mano di Maicon in area sulla conclusione di Seedorf che Rizzoli giudica involontario.  Al quarto d’ora Sneijder prova la punizione da fuori area ma la mira è sbagliata. Colpa anche dei laser che finiscono per danneggiare l’olandese che infatti se ne lamenta. Seedorf dal limite alza la mira ma la difesa dell’Inter non sembra impenetrabile. Colpa anche di 4 giocatori (Pazzini, Eto’o, Pandev e Sneijder) che non rientrano lasciando campo ai giocatori rossoneri.  Al 19’ comunque arriva la prima risposta della formazione del presidente Moratti con Pazzini che evita un avversario ma viene frenato da Abbiati prima e Nesta dopo. Rizzoli compie un assist involontario per Pandev sul rilancio milanista ma l’attaccante nerazzurra spara malamente sul fondo. Sul fronte opposto è Pato a mettere i brividi sulla schiena avversaria con un tiro deviato e la palla di poco fuori. Quindi dall’angolo ci prova Zambrotta ma la mira non è precisa. Primo cartellino giallo al 25’ per Robinho cui viene punita una caduta in area di rigore. Pato e Robinho se ne vanno in contropiede ma Ranocchia prima e Zanetti dopo riescono a liberare. Al 36’ avanza Van Bommel, completamente lasciato libero, quindi spara dalla distanza. La palla, deviata da un difensore, si stampa sulla traversa prima di esser presa da Julio Cesar. Un minuto dopo, replica dell’Inter con Thiago Motta che di testa, da calcio d’angolo, impegna Abbiati alla deviazione in tuffo quasi sulla linea di porta. Davvero una grandissima parata. Arriva quindi il primo giallo interista: Maicon ammonito per gioco falloso. Al 42’ Eto’o si mangia il gol pareggio. A due metri dalla riga di porta non trova il bersaglio grosso mandando la palla a fondo campo dopo una spizzata di testa di Cambiasso. Senza recupero Rizzoli fischia quindi la fine del primo tempo con il Milan in vantaggio 1 a 0. Senza cambi inizia la ripresa, la prima palla è dell’Inter ma è il Milan ad avere la palla per il primo affondo. Si fa male Gattuso e viene sostituito da Flamini. La partita è maggiormente spezzettata e meno piacevole. Al 7’ Van Bommel viene ammonito per un duro intervento su Pazzini. Un minuto dopo Pato se ne va in contropiede e Chivu lo tocca appena fuori area. Punizione e cartellino rosso per il giocatore rumeno, Inter in dieci.  Leonardo manda in campo Cordoba per Pandev. Sulla punizione battuta da Thiago Silva, Julio Cesar devia coi pugni, entra Boateng che calcia alto. Molto più concentrati quelli del Milan che sentono i tre punti avvicinarsi sempre più. Al 16’ Flamini apre sulla sinistra per Pato che apre dalla parte opposta per Abate. La conclusione del biondo giocatore di fascia non è dei migliori ma il tiro si trasforma in un cross per l’inserimento di Pato che di testa insacca. 2 a 0 con Leonardo che manda dentro Milito per Pazzini. Ammonito Zambrotta per gioco scorretto poi Flamini da palla a Robinho che evita un avversario e calcia ma Julio Cesar è bravo a deviare la conclusione. Quindi Boateng ci prova in diagonale, un difensore tocca e la palla termina a fondo campo. Cambiasso quindi lascia il campo e nell’Inter entra Dejan Stankovic. Ma il possesso palla è tutto per la squadra di Massimiliano Allegri. Nerazzurri invece un po’ giù di tono ed in confusione. Al 26’ Ranocchia perde palla nella propria metà campo pressato da Pato che cede sfera a Robinho. Quest’ultimo mette Julio Cesar a sedere ma quando conclude vede la sua conclusione deviata quasi sulla riga da Cordoba. Alla mezzora annullata una rete a Flamini per fuorigioco. Un attimo dopo Robinho tira in diagonale ma Julio Cesar devia coi piedi. Entrano quindi Cassano ed Emanuelson rispettivamente per Robinho e Pato. Al 44’ Cassano viene atterrato in area da Zanetti (solo ammonito) ed è rigore che lo stesso ex sampdoriano realizza spiazzando Julio Cesar. 3 a 0 e partita chiusa. Ammonito Cassano per condotta non regolamentare. Il barese poi commette un inutile fallo e viene espulso da Rizzoli. Si chiude dieci contro dieci ma col Milan che esulta.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *