Sampdoria e Lecce si giocano il futuro. Colomba prova a risollevare Parma. La situazione nella zona salvezza.

di Franco Avanzini

Sette turni alla fine del campionato e la lotta per non retrocedere si fa sempre più interessante. Coinvolte sette formazioni (Chievo, Parma, Catania, Sampdoria, Cesena, Lecce e Brescia) per due posti da evitare. Uno è in pratica già assegnato. Il Bari infatti ha 20 punti e non ha più possibilità di evitare la caduta in serie B. La quota valida per restare nella massima divisione sta tra i 38 ed i 40 punti.

Qui di seguito cerchiamo di capire quale sia la situazione squadra per squadra, le positività e le negatività per ognuna di loro ma anche la situazione attuale che, giornata dopo giornata, da qui alla fine della stagione, potrebbero cambiare alla velocità della luce.

CHIEVO punti 36: ennesimo 0 a 0, poco spettacolo ma anche il punto buono per innalzare la propria quota in percentuale di salvezza. Non segna ma non subisce, non sarà una squadra bella a vedersi, lo spettacolo non abiterà a Verona ma certamente la massima serie non dovrebbe più scappare dal tavolo del presidente Campedelli. Non dovrebbe far punti domenica in casa dell’Inter che nutre ancora una speranziella di scudetto. Positivamente la saldezza difensiva con giocatori che sanno come spazzare l’area di rigore ed un portiere come Sorrentino che non cade mai in errori grossolani. Negativamente i tifosi non si divertiranno mai visto che la regola del ‘primo non prenderle’ non permette alla squadra di giocare apertamente. Possibilità salvezza: 70%.

CATANIA punti 35: le ali possono essere aperte e la squadra può proseguire a volare. Al Massimino gli etnei otterranno la salvezza. Gli argentini torneranno un auge e Simeone diventerà quasi un eroe nella città dell’Etna. A Bari potrebbe chiudere il discorso salvezza anche se non deve pensare di trovare una squadra demotivata, il Parma insegna. Positivamente: Bergessio è stata una scommessa vinta perché, pur non segnando troppi gol, ha dimostrato di sapersi adattare al campionato italiano. Vincere un derby può regalare nuova linfa vitale. Negativamente: non deve lasciarsi andare a troppa euforia perché una eventuale prossima caduta potrebbe far tornare nell’ombra Maxi Lopez e soci. Simeone non deve esaltarsi troppo. Il bersaglio grosso non è stato ancora totalmente centrato. Probabilità salvezza: 50%.

PARMA punti 32: si è rovinato con le proprie mani ed ha gettato alle ortiche una salvezza che pareva quasi sicura. Adesso ha cambiato allenatore, con l’arrivo preventivato di Colomba ma il lavoro da fare sarà soprattutto nella testa dei giocatori e nel cercare di ricompattare la piazza emiliana. Comincia un trittico difficile. La Lazio però non è squadra insuperabile. Positivamente: la scossa che potrebbe arrivare dal nuovo tecnico che avrà sette partite per salvare il salvabile. Impresa che non sarà però semplice. Negativamente: il calendario è davvero drammatico con tre gare consecutive contro squadre che si giocano l’Europa. Uscito con le ossa rotte dal match contro il Bari dovrà ritrovare la forza per rientrare in gara. Possibilità salvezza: 25%.

SAMPDORIA punti 32: deve cercare di far pesare nei prossimi turni il fattore campo e soprattutto deve tornare a segnare senza subire gol. Fuori casa poi proverà a strappare ancora qualche 0 a 0. Cavasin ancora a secco di successi e di gol.  Ha una partita da vincere senza mezzi termini, neppure il pareggio può servirle. Battere il Lecce per rilanciarsi. Positivamente: deve ringraziare il Bari perché un eventuale, come sembrava logico, successo del Parma avrebbe messo ancora più nei guai i blucerchiati. Vincere è la sola opportunità che avrà fin dal prossimo turno interno. Negativamente: l’attacco sta facendo ridere. Non segna e sbaglia anche le cose elementari. Per vincere bisogna segnare e, vedi la gara contro il Parma, neppure con i rigori la cosa riesce. Maccarone deve ritrovarsi, quanto a Macheda, bhe, lui dovrebbe capire come si gioca al calcio. Probabilità salvezza: 30%.

LECCE punti 31: è in grande forma ed ha battuto la squadra migliore del momento. De Canio sta facendo un mezzo miracolo nel mantenere in quota salvezza una formazione non certamente di prim’ordine. Adesso però ha una partita importante, uno scontro diretto contro la Sampdoria che servirà per dare continuità ai pugliesi. La sfida contro la Sampdoria arriva nel momento migliore. Di Michele ed Olivera potrebbero cercare il colpaccio. Positivamente: battere l’Udinese può metter le ali a Di Michele e soci. La risposta migliore la si avrà domenica prossima a Genova. Per De Canio in panchina ed Olivera in campo sarà un derby (peraltro il giocatore vestì anni fa anche il blucerchiato) ovviamente da vincere. Negativamente: prendere una rete renderebbe difficile a Rosati e compagni riuscire a recuperarlo. Deve giocare sul filo del rasoio se non vuole subire cocenti sconfitte. Grave sarebbe avere cali di concentrazione. Probabilità salvezza: 40%.

CESENA punti 30: ha avuto la capacità di recuperare il pareggio nel momento in cui sembrava tutto finire. Però restano due punti gettati al vento. Ficcadenti sta comunque lavorando bene. A Palermo ha una partita improba, vuoi per la forza della squadra di casa e vuoi per il ritorno in panchina di Delio Rossi. Positivamente: ha carattere e voglia di restare in serie A. Rispetto ad altre squadre almeno riesce a trovare la porta senza difficoltà. Forse dovrebbe trovare la rete dei suoi attaccanti che appaiono un po’ poco prolifici. Negativamente: non ha una grande panchina e quindi deve sperare che da qui alla fine non ci sino problemi di squalifica od infortuni. Lo stesso portiere, Antonioli, pur bravo, talvolta dimostra gli anni che ha con interventi non propriamente perfetti. Probabilità salvezza: 30%.

BRESCIA punti 29: la squadra e l’allenatore ci credono. La salvezza resta difficile ma non impossibile. Dovrà cercare una certa continuità di risultati. Sfruttare le partite contro formazioni senza obiettivi diventa un obbligo, tanto più che lo spazio per sbagliare si è ridotto ai minimi termini. Obiettivamente Cagliari deve regalare punti ai lombardi ma i sardi mantengono viva una piccola speranza di Euro League. Positivamente: non abbassa mai la guarda e Caracciolo dimostra di volere restare tra i big del campionato a suon di gol. Ecco un valido motivo pe la formazione lombarda per proseguire a sperare nella salvezza. Negativamente: in fondo i tre punti non hanno cambiato di molto l’asticella della percentuale salvezza. La posizione è rimasta invariata e le squadre che lottano per non retrocedere lottano tutte riuscendo anche a far punti. Ok vincere ma a questo punto i tifosi lombardi dovranno pure gufare contro qualche altra squadra. Probabilità salvezza: 30%.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *