Tifosi della Sampdoria pronti a far sospendere il derby dell’8 maggio in caso di mancati successi nelle prossime gare.

di Franco Avanzini

Salterà il derby di Genova? Non è uno scherzo ma la gara che sarà disputata il prossimo 8 maggio potrebbe anche non avere inizio. Il motivo? La situazione di graduatoria della Sampdoria.

L’antefatto. Domani la squadra di Cavasin, attualmente in viaggio per Bari dopo il ritiro punitivo alla Borghesiana di Roma, gioca una partita basilare per la sua stagione. A Bogliasco, martedì scorso, un gruppo di tifosi aveva apostrofato in malo modo il tecnico chiedendone le dimissioni a viva voce. Si è arrivato addirittura allo scontro faccia a faccia che non è degenerato in rissa solo per il pronto intervento di capitan Palombo e del dirigente Asmini. Il tutto dopo che, nella nottata del rientro a Genova della squadra (per la verità di soli cinque giocatori che si trovavano sul pullman sociale) dopo la sconfitta di San Siro, un gruppo di facinorosi a volto coperto aveva assaltato il torpedone con lanci di pietre e spranghe, minacciando di morte la squadra in caso di retrocessione.

Bari. Una sconfitta ma probabilmente pure un pareggio in terra di Puglia potrebbero rappresentare una nuova mazzata per l’entourage genovese. Ed i tifosi, che quest’anno hanno dovuto ingoiare parecchi rospi, compresa la sconfitta nel derby d’andata, non ne possono più e, dopo anni di predominio in città sul Genoa e molte gare europee, non vogliono più tornare sui campi polverosi della serie B. Chiaro che non battere prima il Bari e poi nella gara seguente il Brescia, altra compagine quasi spacciata, significherebbe certo ritorno tra i cadetti.

Derby. Il rischio è evidente. Il Genoa potrebbe decretare la retrocessione matematica della Sampdoria con nuovi e più prolungati sbeffeggiamenti da parte dei supporter genoani ai danni della tifoseria opposta (tra l’altro si giocherà in casa rossoblu con lo stadio che sicuramente per i tre quarti sarà pavesato con i simboli del Grifone). Ecco che la malsana idea, è proprio il caso di dirlo, sarebbe che la gara non venisse giocata. Ma come fare? Semplice, creando turbative allo stadio e facendo sospendere dall’arbitro di turno l’incontro. Fantacalcio?

Intanto prepariamoci a seguire i prossimi due turni, dopo di che sapremo se il derby della Lanterna, per la Sampdoria, sarà un incontro da ‘dentro o fuori’ oppure se la squadra avrà già oltre mezzo piede in serie B.

La speranza è che tutto fili per il verso giusto e che, classifica a parte, il derby, forse il più bello d’Italia, soprattutto sugli spalti, possa regolarmente disputarsi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *