Messi batte Ronaldo, al Barcellona il derby di Spagna: finale in tasca per Guardiola. Finisce 2 a 0.

di Franco Avanzini

Il classico di Spagna per una semifinale davvero importante e con un pubblico delle grandi occasioni. Davvero una grande atmosfera al Santiago Bernabeu. Dalle formazioni, Guardiola sceglie Mascherano in difesa con Keita al posto di Iniesta. Mourinho invece presenta Raul Albiol in difesa e Pepe in mezzo al campo. Si gioca a buoni ritmi ed il primo tiro è di Xavi sul quale interviene facilmente Iker Casillas. La replica dei padroni di casa è affidata a Cristiano Ronaldo ed anche in questo caso non ci sono problemi per il portiere azulgrana Victor Valdes. L’arbitro Stark si mette una mano sulla coscienza subito dopo non sanzionando col giallo Sergio Ramos per un fallo di mano a centrocampo. Il giocatore è diffidato ed un eventuale cartellino gli farebbe saltare il retourn match. La prima occasione da gol arriva all’11’ per merito di David Villa che spara un diagonale che termina di un soffio a fondo campo. Il Real Madrid attende il Barcellona per cercare di colpire con ficcanti azioni offensive. Gioca comunque meglio la squadra catalana con il madridista Cristiano Ronaldo che chiede ai compagni un maggior pressing nei confronti del portatore di palla avversario. Al 22’ Messi taglia l’area per Xavi sul quale Casillas interviene positivamente. Sul fronte opposto Mezut Ozil viene lanciato in profondità da Diarra ma Piqué frena l’azione del centrocampista di casa. Alla mezzora ci prova Xavi dalla distanza ma la conclusione non è delle migliori. Il Real non trova sbocchi in avanti. Di Maria prova un paio di accelerazioni delle sue sulla fascia ma prima viene frenato da Puyol quindi steso da Dani Alves. L’arbitro anche in quest’ultimo caso non interviene limitandosi ad un richiamo verbale. Quindi tocca ad Arbeloa prendersi i rimbrotti dei giocatori del Barcellona per un intervento su Pedro. Stark non ci capisce molto ed è costretto a far intervenire il quarto uomo. Gara che si scalda. Arbeloa viene ammonito per l’intervento falloso. E’ il primo giallo della sfida. Marcelo da una parte e Piqué sull’altro fronte frenano rispettivamente Messi e Pepe. Al 44’ viene ammonito anche Dani Alves per un intervento scorretto. Nel primo dei due minuti di recupero errore di Valdez sul destro da fuori di Cristiano Ronaldo, interviene Ozil che però viene colto in fuorigioco e l’azione sfuma. E’ l’ultimo tentativo del primo tempo. Nel sottopasso che porta agli spogliatoi si accende una bagarre peraltro subito sedata e tutto torna alla normalità. Ad inizio ripresa dentro Adebayor per Ozil nel Real Madrid. Madrileni col centravanti in attacco. E’ comunque il Barça ad avere subito una bella opportunità con Messi la cui conclusione viene però deviata da Albiol. All’8’ ammonito Sergio Ramos per gioco scorretto. E questa volta per il giocatore del Real non c’è scampo: grziato prima sanzionato ora. Salterà la semifinale di ritorno. Il ‘giallo’ tocca pure a Mascherano per un fallo a centrocampo. Il Real Madrid riesce a pressare meglio del primo tempo. Al 16’ però la gara cambia volto con l’espulsione di Pepe a causa di un’entrataccia su Dani Alves. Padroni di casa in dieci per il resto della contesa e seconda tegola per Mourinho ed il ritorno. Il tecnico portoghese prosegue ad applaudire l’arbitro che lo allontana dal campo. Al 23’ David Villa prova la girata ma Casillas ci arriva e respinge la palla. Quindi dentro Afellay per Pedro negli azulgrana. Dopo un destro di Ronaldo in curva, al 31’ arriva il gol del Barcellona. Lo segna Leo Messi che corregge in rete un cross di Afellay, bravissimo a saltare secco Marcelo,  dopo aver bruciato sullo spunto Sergio Ramos e battendo Casillas col suo sinistro. Viene quindi ammonito Adebayor, il Real sembra abbattuto ed il Barça ne approfitta per raddoppiare al 42’ ancora con Messi. E’ incredibile come riesca a partire dalla trequarti, eviti tre avversari e batta Casillas col destro. Allo scadere Guardiola inserisce Sergi per David Villa. Tre i minuti di recupero ma per il Real Madrid sembra si sia spenta la luce ed il Barcellona controlla perfettamente.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *