Il Porto annichilisce il Villareal, 5 a 1 mentre il Benfica suda con il Braga, 2 a 1. Si va verso una finale di Euro League lusitana.

di Franco Avanzini

Il Porto ha un piede in finale dopo aver surclassato, 5 a 1, il Villareal di uno spento Giuseppe Rossi mentre il Benfica regola, 2 a 1, un buon Sporting Braga nel derby del Portogallo in Euro League. In questo caso gara tutta aperta e decisivo sarà il ritorno a Braga.

Benfica-Sporting Braga 2-1: un derby portoghese per cercare di raggiungere la finale. Subito è il giocatore ospite Silvio ad avere la palla buona per sbloccare il risultato ma la conclusione termina fuori. Ammonito dopo sei minuti Alberto Rodriguez per gioco falloso. Dalla punizione scaturisce un tiro di Javi Garcia che finisce fuori. Lo stesso giocatore all’11’ di testa impegna il portiere del Braga Artur Moraes. La gara non è molto avvincente e per vedere un altro tiro diretto in porta occorre attendere il 21’ quando Saviola calcia ma il portiere ospite blocca  a terra la sfera. Dieci minuti dopo è Cardozo a cercare il gol ma anche in questo caso la fortuna non lo aiuta e la palla finisce fuori. Il Benfica preme ma non passa. Il Braga si difende bene. Gioco spezzettato a causa dei molti interventi arbitrali. Pablo Aimar scalda i pugni al portiere del Braga dalla distanza. Viene quindi ammonito il giocatore ospite Miguel Garcia per un brutto fallo. Al 44’ Oscar Cardozo ha la più grande opportunità del primo tempo con il suo tiro che si infrange contro il palo. Bello il tiro effettuato con il sinistro dopo un bel assist filtrante di Saviola. Il Benfica chiude all’attacco la prima frazione di gioco ma non riesce proprio a sbloccare il risultato. Braga votato solo alla difesa strenua. Finalmente arriva il primo tiro in porta degli ospiti di una certa pericolosità Lo effettua Lima ma il portiere di casa para a terra. Sfortunato il Benfica che con Cardozo di testa colpisce un secondo palo. Un attimo dopo però i locali passano a condurre meritatamente. Jardel con un tiro di destro manda la sfera nell’angolino basso della porta di Artur Moraes che non ha scampo. Benfica 1, Braga 0. Al 7’ però, dopo l’ammonizione di Aimar per gioco scorretto, Hugo Viana crossa battendo la punizione. Interviene di testa Vandinho che non da scampo a Roberto per il pareggio del Braga non del tutto meritato. Arriva quindi la prima sostituzione negli ospiti: fuori Meyong e dentro Custodio. La partita diventa pirotecnica e sei minuti dopo il Benfica torna in vantaggio. Oscar Cardozo batte abilmente con il sinistro una punizione dal limite dell’area di rigore mandando la palla alle spalle del portiere ospite. Il Braga cambia ancora mandando in campo Mossorò al posto di Hugo Viana. Il Benfica insiste alla ricerca del terzo gol ma Saviola cetra la porta perfettamente salvo trovarsi contro un ottimo Artur Moraes. De Jesus, tecnico dei locali, effettua quindi due cambi: in campo vanno Gaitan e Jara al posto di Carlos Martins e Peixoto. Al 25’ il giocatore Alan dello Sporting prova il tiro da fuori ma la palla termina fuori. Centra la porta Lima ma il portiere del Benfica Roberto blocca. Il Braga cerca il pareggio anche con Moita ma questa volta la mira è errata e la palla si perde di molto sul fondo. A sei minuti dalla fine lo Sporting Braga manda dentro Kakà al posto di Lima, tentando il tutto per tutto per raggiungere il 2 a 2. Nei locali invece dentro Airton e fuori Saviola. Valdinho è scatenato ma il suo tentativo non ha fortuna al 44’quando il suo destro risulta largo e la palla si spegne sul fondo. Più pericoloso il giocatore di casa Jara quando prova da fuori area ma il portiere ospite Artur Moraes blocca. E’ l’ultimo tentativo di uno scontro molto equilibrato e che il Benfica che, se vorrà giungere in finale, dovrà lottare coi denti a Braga.

Porto-Villareal 5-1: stadio pieno al Do Dragao per sostenere i padroni di casa nella difficile impresa di superare gli ostici spagnoli. Inizio alterno e subito un ammonizione per il lusitano Fernando. Il primo portiere impegnato è Helton sulla conclusione dalla distanza di Nilmar dopo una bella azione di Cani. Molto agonismo tra le due squadre ma poche occasioni. Tanti angoli che le rispettive difese sventano agevolmente. Il portoghese Hulk ci prova a metà tempo ma la conclusione termina a fondo campo.  Tre minuti dopo lo stesso giocatore viene sanzionato dal direttore di gara. Helton bravo sulla conclusione di Giuseppe Rossi effettuato da posizione decentrata. L’italiano è bravo a servire un attimo dopo Santi Cazorla ma il portiere di casa è altrettanto bravo a deviare la conclusione. Al 31’ Hulk con un tiro di sinistro colpisce in pieno il palo. Occasionissima per il Porto. Quattro minuti dopo Rossi calcia alto da buona posizione. Al 37’ è Guarin a calciare ma Lopez para a terra. Gara interessante, cominciano a fioccare le occasioni su entrambe i fronti.  Viene quindi ammonito Borja Valero per un brutto fallo. Allo scadere del primo tempo gli ospiti passano in vantaggio. Nilmar crossa, interviene sotto porta Cani che di testa non da scampo ad Helton. Veemente reazione portoghese ad inizio ripresa. Subito Hulk sbaglia la conclusione col destro mandando abbondantemente fuori la sfera. Al 3’ l’arbitro decreta un rigore per il Porto a causa di un fallo subito in area da Falcao da parte del portiere Diego Lopez che viene anche ammonito. Lo stesso portoghese trasforma il penalty portando le due squadre sull’1 a 1.  Cristian Rodriguez cerca il gol del vantaggio lusitano ma la conclusione viene respinta. Il 2 a 1 arriva comunque, dopo un continuo attaccare, al 15’, dopo un palo di Guarin, con lo stesso giocatore che di testa non da scampo a Diego Lopez. Insiste il Porto con Falcao che non centra la porta da buona posizione. Il Villareal sostituisce quindi Borja Valero con Wakaso. Ma i padroni di casa sono inarrestabili e raggiungono pure la rete del 3 a 1 con Falcao che sfrutta al meglio un contropiede di Hulk terminato col cross di quest’ultimo. In due minuti arrivano quindi tre sostituzioni. Il Villareal manda dentro Ruben e Matilla per Nilmar e Cani mentre il Porto cambia Rodriguez con Varela. Gli ospiti provano a trovare la rete del 2 a 3 con Santi Cazorla ma il portiere di casa para.  Alla mezzora il risultato prende un bottino davvero esaltante per il Porto. Falcao fa tripletta sfruttando, di testa, un cross di Guarin. Siamo 4 a 1. Per il Villareal è notte fonda e la finale si allontana improvvisamente. Fernandez manda in campo quindi Sousa per Freddy Guarin. Il Porto controlla la gara senza subire molto. Viene quindi ammonito Helton per fallo di mano fuori area. Quindi il Porto effettua l’ultima sostituzione: dentro Rodriguez e fuori Hulk. Falcao vorrebbe far poker personale ma la sua conclusione di testa al 40’ finisce alta. Il Villareal si getta all’attacco per cercare di ridurre lo svantaggio ma Santi Cazorla con un tiro di sinistro trova la porta ma anche il portiere Helton che blocca la sfera. Al 90esimo il poker di Falcao è servito. Angolo battuto da Rodriguez e stacco imperioso dell’attaccante lusitano che non da scampo al povero Lopez. Siamo 5 a 1, finale sempre più vicina.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *