Giornata scudetto per il Milan? Derby della paura a Genova. Lecce, Brescia e Cesena ‘tifano’ Genoa. Udinese-Lazio: fuori i secondi.

di Franco Avanzini

Può essere la giornata dello scudetto per il Milan. Sabato sera, ore 20.45, all’Olimpico di Roma contro i giallorossi la truppa di Allegri potrà festeggiare e sono già pronte le feste per le vie di Milano ed al Meazza dove la squadra tornerà dopo la trasferta romana. Ibrahimovic e soci stanno per chiudere una bella galoppata, con qualche intoppo ma sempre, o quasi, guardando tutte le avversarie dall’alto al basso. Ma i giallorossi vogliono rompere le uova nel paniere alla capolista. Il quarto posto è ad un passo e la lotta contro Lazio ed Udinese per i preliminari di Champions League saranno decisi probabilmente all’ultima giornata. Senza gli squalificati De Rossi e Perrotta (per loro campionato finito), è Totti che, dopo aver superato Roberto Baggio nella classifica di tutti i tempi dei goleador punta a salire ancora di più, prenderà la squadra per mano.

Frattanto le avversarie dirette si sfideranno nel confronto diretto in Friuli domenica alle ore 15. Guidolin sta soffrendo per una squadra che ultimamente non è più brillante come qualche mese fa e che ha un Sanchez non al meglio. Assenti Inler e Domizzi, due protagonisti del centrocampo e della difesa bianconera. Mauri e Ledesma sono invece gli assenti in casa Lazio. Bresciano quindi partirà titolare mentre Garrido si piazzerà sulla fascia difensiva di sinistra.

La lotta per la retrocessione poi è la parte del torneo più interessante del momento. Lecce, Cesena, Sampdoria e Brescia sono le concorrenti dirette che dovranno lottare sino alla fine per non accompagnare il Bari in serie B. La gara principale è il derby di Genova.

Genoa-Sampdoria giocata in settimana dalle pagine dei quotidiani, sugli spalti e perché no anche tra le rispettive dirigenze andrà in campo domenica sera alle ore 20.45. Il sindaco Marta Vincenzi chiede aiuto ai rossoblu per salvare i blucerchiati. Sull’altro fronte tutti compatti: ‘mandiamoli in serie B’, dicono. Palacio, Milanetto e Dainelli rientrano dopo il turno di squalifica mentre Marco Rossi potrebbe non farcela causa guai muscolari. Ma il capitano proverà sino all’ultimo di esser presente. In casa Sampdoria rientra Poli che però partirà dalla panchina. Biabiany e Pozzi scelti in attacco per impensierire la difesa avversaria. Spettacolare coreografia sugli spalti genoani che interesserà pure i Figgi du Zena che si trovano nei distinti.

Solo i tre punti possono servire al Brescia contro un Catania che, in pratica, si è messo al sicuro domenica scorsa. Ma Iachini sa pure che molto dipenderà anche dai risultati altrui. Eder e Caracciolo pronti a fare male nella speranza che la difesa non rovini tutto. Potenza e Biagianti invece dovrebbero far parte dell’undici titolare etneo. In trasferta il Cesena a Cagliari contro una formazione tranquilla. I bianconeri romagnoli sperano di non aver subito il contraccolpo della scorsa giornata quando, nel recupero, subirono un tremendo uno-due dall’Inter per un successo diventato poi sconfitta. Sardi senza l’uomo più intraprendente della squadra, Cossu, squalificato. Cesena che punta sempre su Giaccherini e Parolo uomini mercato della prossima estate.

Lecce-Napoli è un’altra sfida dal doppio risvolto. Pugliesi alla ricerca disperata della vittoria (anche il pareggio potrebbe infatti non servire) e Napoli per ottenere un meritato secondo posto. Ma i partenopei potrebbero anche accontentarsi del terzo che comunque significherà Champions League diretta. Arrabbiati i padroni di casa per la squalifica di Di Michele che non potrà esser più disponibilità in questa stagione. De Canio si gioca il tutto per tutto con il duo Jeda-Corvia in attacco. Il problema resta la difesa, proprio e vero colabrodo. Pazienza o Yebda, Aronica o Ruiz sono i dubbi di un Mazzari sempre più distante dalla panchina partenopea della prossima stagione. Cavani vuole vincere la graduatoria dei cannonieri e per questo chiede aiuto ai compagni Hamsik e Lavezzi. Per il secondo posto lotta l’Inter che ospiterà una positiva, almeno negli ultimi tempi, Fiorentina. Mariga è l’unico assente per Leonardo che vuole chiudere al meglio la stagione e per questo si affida in attacco a Pazzini ed Eto’o. viola con la stessa squadra che ha maramaldeggiato nel turno precedente contro l’Udinese.

Le altre gare. Derby dell’Emilia tra Bologna e Parma. Che il pareggio sia il risultato più logico sembrerebbe scritto. Malesani, al passo d’addio, non potrà disporre di Mudingay, Mutarelli e Della Rocca tutti fermati dal Giudice Sportivo. Colomba, dopo la salvezza, attende la riconferma ed intanto punterà sul duo veloce d’attacco formato da Giovinco e Crespo.

Le ‘penne nere’ fanno slittare a lunedì, ore 20.45, la gara tra Juventus e Chievo. Del neri, anche dopo le parole del difensore Chiellini, sembra oramai alle ultime uscite sulla panchina della Vecchia Signora. Del Piero verrà festeggiato dopo la firma sul contratto che lo legherà sino al 2012 alla ‘sua’ squadra con cui farà 18 anni di amore. Al suo fianco l’ex Cagliari Matri. Chievo con Moscardelli e Pellissier in attacco.

La diciassettesima giornata sarà aperta sabato, ore 18, dall’incontro Palermo-Bari. Due squadre senza più motivazione ma con la voglia comunque di onorare il campionato. I rosanero potrebbero cambiare qualcosa in attacco con Kasami al posto di Pastore al fianco di Miccoli ed Ilicic. Galletti senza Glik e Rudolf, squalificati ma con il veloce Romero ed il tecnico Huseklepp in attacco.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *