E fanno 18 scudetti: il Milan fa 0 a 0 a Roma e può festeggiare. Palo di Robinho nella ripresa.

di Franco Avanzini

Matematicamente Campione d’Italia. Il Milan conquista il punto decisivo a Roma contro i giallorossi. La squadra di Allegri chiude la gara sullo 0 a 0 senza neppure troppo soffrire. Roma che guarderà allo scontro di domani tra Lazio ed Udinese per capire quanto servirà questo punto. Brighi e Simplicio partono tra i titolari tra i giallorossi che non hanno Perrotta e De Rossi. Totti pronto a rovinare la festa alla compagine di Allegri. Ibrahimovic di punta nel Milan affiancato da Robinho. Si fa subito trovare in fuorigioco Vucinic nella prima azione offensiva. Il primo fallo è di Fabio Simplicio che atterra a centrocampo Van Bommel ma l’arbitro, pur fischiando l’intervento scorretto, non sanziona il giallorosso. Il Milan non sta a guardare ed Ibrahimovic si conquista un angolo sul quale viene fermato Robinho in fuorigioco. Doni prova ad emulare Sirigu della scorsa settimana calciando addosso a Boateng la sfera su di un rilancio. Questa volta non succede però nulla. Il Milan calcia da fuori non centrando però la porta. Sul fronte opposto è pericoloso Taddei con un rasoterra che si spegne di poco a fondo campo. Al 12’ si ferma Brighi a centrocampo per un guaio ad un ginocchio, rientra dopo poco ma poi va di nuovo a terra. Due minuti dopo colossale palla gol per la Roma., Cassetti evita con un tunnel un avversario e crossa. La sfera arriva a Vucinic che però si fa ipnotizzare da Abbiati che gli toglie la sfera. Brighi proprio non ce la fa ed al suo posto entra Rosi e giallorossi che si sistemano in campo con un 4-4-1-1. Totti si fa vedere con un tiro debole con Abbiati blocca agevolmente. Anche Doni non ha difficoltà a frenare un colpo di testa di Ibrahimovic. La Roma prova il pressing e mette in un paio di occasioni in difficoltà la difesa del Milan. L’assalto romanista si chiude con un colpo di testa di Rosi abbondantemente sul fondo. Si scontrano Van Bommel e Totti a centrocampo con il milanista che rischia l’ammonizione ed il romano che si arrabbia. Rosi calcia da fuori area ma Abbiati para a terra. Doni dribbla Ibrahimovic rischiando un po’. Numero di Totti nell’ultimo minuto di recupero con preciso lancio per Simplicio che però viene anticipato da Abbiati. E’ l’ultima azione di un tranquillo primo tempo in cui il Milan ha controllato l’avversaria con uno 0 a 0 che, se confermato al 90esimo, significherebbe scudetto matematico. All’inizio della ripresa fuori Gattuso e dentro Ambrosini. Subito Milan vicino al gol con un palo colpito da Robinho con un tiro di interno destro molto tagliato. Quindi ci prova al volo il neo entrato con palla che viene deviata. Sulla ripartenza della Roma Totti ci prova ma la difesa milanista libera. Al 7’ Doni frena Ibrahimovic in area di rigore. Il rossonero chiede il rigore ma l’arbitro non l’accontenta. Entra quindi l’ex Borriello per Vucinic. Viene ammonito Boateng per gioco scorretto. Doni interviene quindi positivamente, in uscita, su Ambrosini. Al quarto d’ora Boateng davanti a Doni spara un rasoterra con la palla che si spegne di poco a fondo campo. Il Milan insiste con Ibrahimovic che calcia con potenza ma Doni respinge coi pugni. Al 29’ dentro nei rossoneri Pato al posto di Robinho. Il Milan pressa alto per tenere lontana dalla propria area di rigore la Roma. Al 37’ entra il giovane Caprari per Rosi. Il Milan amministra il risultato senza penare troppo. Viene quindi ammonito Van Bommel per gioco scorretto. Pizarro crossa per Burdisso che viene però anticipato da Abbiati in uscita. Giallo per Pato a causa di un intervento falloso. Cinque minuti di recupero nei quali Taddei si prende un giallo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *