I campioni del Milan, voto per voto. Abbiati, Boateng, Van Bommel e Thiago Silva al top.

di Franco Avanzini

Milan sul proscenio in questo fine settimana e quindi è giusto premiare la squadra come merita. Di seguito troverete i giocatori che hanno partecipato alla cavalcata in questa stagione 2010/2011 con la votazione ed un piccolo commento.

Christian Abbiati voto 8: una stagione grandiosa. Ha salvato spesso il risultato dimostrando di essere un numero uno di grande affidamento. Esemplare.

Marco Amelia voto 7: partito come dodicesimo ha saputo ritagliarsi qualche spazio lungo la stagione. Comunque sempre positivo, ha messo pure lui la firma sullo scudetto. Capace.

Flavio Roma voto sv: un terzo portiere ad hoc. Bravo nel sapere stare al suo posto, capace durante gli allenamenti ad incitare i suoi compagni. Professionista.

Alessandro Nesta voto 8: un mostro in difesa, un elemento capace di entrare da subito nei cuori dei tifosi con interventi sempre positivi e quasi mai fallosi o cattivi. Pulito.

Sokratis Papastathopoulos voto 6: in empasse dinanzi ai più quotati campioni che si trovava davanti. Poche presenze e qualche errore di troppo. Ha sofferto il passaggio dal Genoa ad una Grande del Campionato. Titubante.

Massimo Oddo voto 6: ad un certo punto della stagione sembrava messo da parte, addirittura con le valigie pronte. Poi si è ritagliato un proprio spazio salvo sbagliare qualche cross di troppo. Ripescato.

Marek Jankulovski voto: 6: in ombra rispetto alle ultime stagioni. Sono mancate le sue sgroppate sulla fascia. Timido.

Gianluca Zambrotta voto 6.5: sulla fascia ha tranquillizzato i compagni di reparto, forse sono mancati i tiri dalla distanza e qualche gol da parte sua. Ruspa.

Daniele Bonera voto 6: quando davanti ci sono dei campioni come Nesta e Thiago Silva è difficile potersi mettere in mostra. Campionato piuttosto abulico. Demotivato.

Thiago Silva voto 8: è un grande giovane elemento per una difesa che ha una certa età media e nella quale lui merita di starci per almeno cinque o sei anni. Campionato strepitoso. Straripante.

Nicola Legrottaglie voto 6: arrivato dalla Juventus quando nessuno se lo aspettava, si è infortunato subito mettendosi poco in mostra. Sfortunato.

Mario Yepes voto 6.5: arrivato a costo zero ha pagato la strepitosa annata dei centrali titolari. Comunque ha dimostrato, nelle poche volte in cui è stato chiamato, di esser un elemento di affidamento. Sorpresa.

Luca Antonini voto 6.5: buone le sgroppate sulla fascia di appartenenza, qualche errore in fase difensiva ma sicuramente un sufficienza più che meritata. Carro armato.

Alexsander Merkel voto 6.5: qualche presenza nel centrocampo rossonero sempre positivo. un giovane che nel prossimo futuro potrà ritagliarsi maggiori spazi. Elegante.

Emanuelson voto 6: ma perchè è stato comprato? Poco utilizzato, mai decisivo. Inutile.

Mark Van Bommel voto 8: gioca da fermo ma non passa mai nessuno dalle sue parti. Una diga davanti alla difesa. Peccato per qualche rudezza di troppo. Fondamentale.

Gennaro Gattuso voto 7: la solita grinta, la solita voglia di Milan, la solita cattiveria sportiva. Insomma il solito Gennaro Ivan. Campionato intenso, mai una parola fuori posto anche quando non è stato utilizzato. Ringhio.

Clarence Seedorf voto 7.5: spesso fischiato dal proprio pubblico anche se lui ha sempre dato tutto per i colori rossoneri. Anche qualche gol decisivo per un giocatore molto importante. Olandese volante.

Rodney Strasser voto 6.5: un gol decisivo a Cagliari e qualche spicciolo di presenza. Anche lui merita di entrare nel Gotha del Milan 2011. Regale.

Mathieu Flamini voto 6.5: intelligente, sempre preciso, un paio di reti ed un campionato tutto sommato più che positivo. Elegante.

Ignazio Abate voto 7: a parte una domenica negativa, corrispondente al derby, ha disputato un torneo più che positivo mettendo in mostra grandi capacità tecniche. Teutonico.

Andrea Pirlo voto 6: sfortunato. Si è infortunato ed ha perso molto campionato. Una sola rete, peraltro decisiva. Coraggioso.

Massimo Ambrosini voto 6: non sempre è andato in campo, talvolta messo anche da parte ma da buon cuore rossonero ha sempre risposto presente quando chiamato in causa. Panchinaro.

Kevin Prince Boateng voto 8: un acquisto davvero riuscito. Un giocatore che a centrocampo fa sempre sentire il suo peso. Nella prossima estate il Milan lo riscatterà totalmente dal Genoa. Favoloso.

Alexander Pato voto 7.5.: il gol dopo 20 secondi nel derby di ritorno è la chicca di una grande stagione da parte del brasiliano. Tanto movimento in attacco ma purtroppo anche qualche guaio fisico di troppo. Papero.

Filippo ‘Pippo’ Inzaghi voto 6: chiamato in causa ha risolto qualche gara all’inizio della stagione poi si è fatto male ed ha dovuto seguire la cavalcata dei suoi da bordo campo. Porta fortuna.

Zlatan Ibrahimovic voto 8: dove va lui lo scudetto è assicurato, Juventus, Inter, Barcellona e Milan giusto per parlare delle ultime formazioni. Peccato che talvolta si lasci andare a qualche intervento non proprio professionale. Fumantino.

Robinho voto 7: tecnicamente molto bravo, salta l’uomo con facilità anche se talvolta sotto porta la mira non sempre è delle migliori. Ubriacante.

Antonio Cassano voto 6: messo in disparte dopo l’arrivo dalla Sampdoria non ha saputo ritagliarsi un grande spazio. Aiutato dai compagni che gli hanno permesso pure di realizzare il rigore del 3 a 0 nel derby di ritorno. Triste.

Massimiliano Allegri voto 10: al primo anno in rossonero compie il miracolo portando la sua squadra allo scudetto. Non si abbatte dinanzi alle difficoltà ed alle critiche da parte della sua dirigenza. Giovane allenatore che sicuramente potrebbe aprire un ciclo vincente con il Milan. Ed ora punta al bis in Coppa Italia.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *