Al Porto va l’Euro League. Sconfitti i ‘cugini’ dello Sporting Braga 1 a 0. Decisiva la rete del ‘solito’ Falcao.

di Franco Avanzini

Tutto come previsto, tutto secondo la logica. Il Porta si aggiudica l’Euro League sconfiggendo 1 a 0 lo Sporting Braga in una finale tutta portoghese. Non è stata una gara bellissima, anzi. Il Porto ha segnato ed ha fatto poco altro per cercare di raddoppiare e, sull’altro fronte, lo Sporting Braga proprio non aveva la forza per creare grattacapi ad Helton. Il tecnico Villas Boas scende in campo per Oporto e per se stesso  ed alla fine può gioire per un successo che potrebbe farlo ‘volare’ verso lidi migliori. All’inizio punta sul trio d’attacco Hulk, Varela e Falcao. Sull’altro fronte il tecnico Paciệncia punta su una compagine molto più prudente er meno offensiva dove l’attacco è tutto sulle spalle del solo Lima assecondato da tre giocatori come Alan, Hugo Viana e Paulo César alle sue spalle. Bel colpo d’occhio al Dublin Arena di Dublino. Partenza equilibrata con lo Sporting Braga che per primo va alla conclusione dopo quattro minuti con Vandinho ma la sfera viene respinta dalla difesa del Porto. La palla arriva a Custodio che conclude da fuori area con la palla che finisce fuori dalla porta di Helton. La replica del Porto è affidata ad Hulk ma anche in questo caso la conclusione col sinistro termina a fondo campo. Prima conclusione pure per il bomber Falcao che di testa si vede deviare la conclusione. Gara equilibrata con poche emozioni. Al 20’ Lima ci prova da posizione quasi impossibile ma il portiere Helton blocca al centro della porta. Quattro minuti dopo viene arriva il primo giallo della gara. E’ per Hugo Viana a causa di un brutto fallo a centrocampo. Ci prova quindi Hulk col sinistro ma la sfera vola sopra la traversa. Braga che gioca, al solito, in maniera rude e difatti alla mezzora giunge per la squadra di Paciệncia il secondo cartellino giallo che tocca Silvio per gioco falloso. Un ayttimo dopo cross di Guarin e testa di Varela con pallone sul fondo. Porto più incisivo in avanti, Sporting invece guardingo. Finalmente torna a vedersi in attacco lo Sporting Braga con Custodio ma il suo sinistro non è preciso e la palla finisce a fondo campo. Quando il primo tempo sembrerebbe chiudersi sul nulla di fatto, arriva, al 44’, la rete del Porto. La squadra di Villas Boas passa a condurre con un colpo di testa del bomber Falcao correggendo in fondo al sacco un cross di Guarin. E così i primi 45 minuti di gioco si chiudono col Porto in vantaggio 1 a 0 sullo Sporting Braga. La ripresa si apre con una doppia sostituzione nel Braga: dentro Kaka e Mossoro;  fuori Alberto Rodriguez ed Hugo Viana. Proprio il neo entrato Mossoro ci prova col destro ma la conclusione è centrale ed Helton blocca agevolmente. Sull’altro fronte Hulk crossa, Falcao conclude ma la difesa avversaria ribatte. Al 5’ primo ammonito in casa Porto: è Saponaru per un intervento scorretto. Un po’ più intraprendente lo Sporting che, d’altra parte, deve recuperare il risultato. Peratro resta fallosa la squadra di Paciệncia che subisce il terzo giallo della contesa. Questa volta viene frenata dall’arbitro spagnolo l’irruenza di Miguel Angelo Moita Garcia. Ed anche Mossoro finisce sul taccuino dell’arbitro. Gara che diventa spezzettata e Sporting che proprio non riesce ad impensierire il portiere del Porto Helton. Al 21’ terzo cambio in casa Braga con l’ingresso di Meyong al posto di uno spento Lima. Il Porto controlla tranquillamente una sfida che sembra avere tra le mani. Lo Sporting Braga proprio non porta alcun fastidio alla difesa di Villas Boas. Al 31’ Meyong carica il sinistro e conclude verso la porta mandandola di parecchio. Tre minuti dopo primo cambio nel Porto: dentro James Rodriguez e fuori Varela. Viene quindi ammonito Kaka, quinto giocatore dello Sporting a finire sul taccuino arbitrale. Un attimo dopo Hulk dalla grande distanza manda la sfera a fondo campo. Si arriva al 41’ quando Sapunaru cede sfera a Belluschi che calcia però fuori dalla porta di Artur Moraes. Tre minuti dopo è Alan, sull’altro fronte, a calciare ma la difesa ribatte. Sporting Braga che si getta all’attacco per cercare nel disperato tentativo di raggiungere la parità. Allo scadere viene ammonito il portiere Helton per condotta non regolamentare. Nei quattro minuti di recupero non avviene nulla di importante, tranne l’ennesima ammonizione, questa volta in casa Porto, di Rolando. Il Porto alla fine può gioire per aver ottenuto quanto tutti si attendevano: il successo in Euro League.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *