Udinese al top, Bologna flop: i voti, squadra per squadra dell’ultima giornata di campionato.

di Franco Avanzini
Queste le votazioni dell’ultima giornata di campionato, squadra per squadra.
Bari voto 8: prestazione maiuscola, quattro reti fuori casa ed un super Grandolfo che, assieme al norvegese Huseklepp, hanno messo a sconquasso la difesa avversaria.
Bologna voto 3: ma si può non battere neppure l’ultima della classifica ed addirittura farsi strapazzare da un neofita della serie A? Chiusura davvero disastrosa.
Brescia voto 6: chiude con un pareggio un’amara stagione. Risultato giusto con la positività di aver lanciato qualche giovane di nelle speranze.
Cagliari voto 5.5: ancora una prova non convincente. La squadra di Donadoni aveva staccato la spina da qualche settimane ed anche contro il Parma la testa era già alle vacanze.
Catania voto 5.5: si sveglia quando va sotto di tre reti e quindi a partita finita, Simeone non chiude al meglio il torneo.
Cesena voto 6: lascia agli avversari un tempo e si sveglia solo nella ripresa quando Ficcadenti inserisce forze nuove.
Chievo voto 7: positivo a volte straripante dopo un inizio zoppicante. Così si riassume l’ultima gara della squadra veneta.
Fiorentina voto 6: chiude con tre attaccanti di 19/20 anni che poco riescono a combinare in attacco. Viola che poteva fare di più ma che alla fine si è accontentata.
Genoa voto 6.5: primo tempo stellare, ripresa un po’ meno. Alla fine però ottiene i tre punti e con essi raggiunge quota 51, come nella scorsa stagione.
Inter voto 7: trotta per il campo senza trovare avversari dinanzi a se. Segna tre reti poi rallenta e gli avversari provano a mettere il naso fuori della propria area di rigore. Ma alla fine il successo arriva.
Juventus voto 6: chiude nel peggiore dei modi, senza vincere. Dopo 20 anni guarderà le coppe europee dal salotto di casa, Del Neri già sbolognato.
Lazio voto 7: vittoria che non vale la Champions ma mette in risalto ancora una volta un complesso ben amalgamato che ha regalato moltissime soddisfazioni ai tifosi.
Lecce voto 6: senza motivazioni riesce comunque a tenere testa alla Lazio. Una festa per un intero stadio per nulla rovinata dal punteggio negativo.  
Milan voto 6.5: non regala nulla e gioca come il suo tecnico gli ha insegnato. Cerca di mettere in difficoltà l’Udinese ed in qualche modo ci riesce pure.
Napoli voto 7: chiude con una magistrale prestazione un campionato all’insegna del godimento e delle belle prestazioni. Ed ora la società è pronta a compiere nuovi sforzi.
Palermo voto 4: brutto avvicinamento alla finale di Coppa Italia. Parte bene poi si scioglie nonostante non facesse certamente caldo.
Parma voto 6: strappa il punto a Cagliari giocando una buona gara e non riuscendo a portare a casa il successo solo a causa di una sfortunata autorete.
Roma voto 6.5: prende una sberla poi ne restituisce tre mettendo tutto al posto giusto e conquistando una meritata qualificazione ai preliminari di Euro League. Certo che la prossima stagione comincerà molto presto… 
Sampdoria voto 5: lotta ma si scioglie come neve al sole nel corso della gara. Chiude la sfortunata stagione con l’ennesima sconfitta.  
Udinese voto 10: merita il massimo dei voti per la conquista del quarto posto, quattro come le sconfitte consecutive nelle prime giornate quando qualcuno già parlava solo di salvezza. Ed invece…

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *