Calciomercato, addio Milan Fabregas verso il Monaco

Milan FabregasMILAN FABREGAS – Cesc Fabregas lascia il Chelsea e il calcio inglese ed è pronto a accasarsi al Monaco. Non c’è ancora l’ufficialità, attesa per la prossima settimana, ma i giochi sembrano ormai fatti. E’ lo stesso centrocampista, secondo il quotidiano spagnolo marca, ad annunciare la chiusura di un ciclo della sua carriera (8 anni all’Arsenal, 4 al Chelsea con cui ha vinto due Premier) e l’apertura di una nuova pagina, molto probabilmente con la formazione monegasca.

Milan Fabregas twitta l’addio

“500 partite nel calcio inglese, il migliore e il più competitivo del mondo, che grande viaggio è stato” -aveva twittato giorni fa il campione del mondo 2010 e due volte campione europeo. Un vero sogno diventato realtà, per raggiungere questi numeri, e un altro momento di orgoglio per la mia carriera”. I numeri di Fabregas nel calcio inglese sono significativi: 500 presenze, 79 gol e 146 assist. Oggi giocherà la sua ultima gara con la maglia del Chelsea contro una squadra di seconda divisione.

La carriera di Fabregas

Francesc Fàbregas Soler, meglio noto come Cesc Fàbregas è nato ad Arenys de Mar il 4 maggio 1987, è un calciatore spagnolo, centrocampista del Chelsea. Campione europeo nel 2008 e nel 2012 e campione mondiale nel 2010 con la nazionale spagnola, nel 2011 si è laureato campione del mondo per club con la maglia del Barcellona. Ha vestito le maglie di Arsenal, Barcellona e Chelsea. Le funzioni di gioco dello spagnolo sono per la maggior parte quelle di regista e la sua dote principale è il passaggio filtrante rasoterra. Raramente ricorre a lanci lunghi. Durante la sua militanza nell’Arsenal è stato descritto come parte vitale nelle dinamiche della squadra, dove ha dimostrato fantasia, creatività e altruismo nell’intricato gioco dei Gunners, dando prova di una maturità che non faceva intuire la sua giovane età. Nei calci piazzati è una delle prime scelte, sia su quelli d’angolo che su quelli di punizione. Fàbregas ha dichiarato in un’intervista che, mentre Patrick Vieira ha rappresentato un modello di riferimento e un mentore, il suo stile di gioco sin dalla sua infanzia si ispira al connazionale Josep Guardiola.

-> Leggi anche Milan, senti Fabregas: “È una situazione difficile. Non è quello che voglio”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *