“Mi hanno tradito”, l’attacco di Nainggolan al suo ex club

Nainggolan deluso
Radja Nainggolan (Getty Images)

Nainggolan, deluso per il mancato ritorno al Cagliari, attacca frontalmente il presidente Giulini e la dirigenza: “Mi hanno tradito”.

Un addio carico di rammarico. Radja Nainggolan sarebbe tornato volentieri al Cagliari tuttavia il club, dopo l’interessamento mostrato nei giorni scorsi, ha deciso di fare retromarcia non puntando più su di lui. Da qui la decisione di tornare in Belgio ed accettare l’offerta dell’Anversa, non senza però lanciare alcune stilettate nei confronti del presidente Tommaso Giulini.

Tutte le news sulla SERIE A e non solo: CLICCA QUI!

Nainggolan viene premiato
Radja Nainggolan e Tommaso Giulini (Getty Images)

Nainggolan attacca il presidente del Cagliari Giulini

L’occasione è arrivata grazie all’intervista concessa al quotidiano ‘Unione Sarda” con cui il centrocampista ex Roma si è sfogato. “Mi hanno tradito, sono deluso. Non c’era un interesse abbastanza forte nei miei confronti. Ho dato la mia disponibilità, la mia priorità era Cagliari, ho sempre pensato di tornare. Ho pressato il presidente Giulini e il direttore, ma a un certo punto sono come spariti, mi hanno mollato”.

LEGGI ANCHE >>> Inter, senti Nainggolan: “Non saluto più chi mi prende per il c**o”

Per lui, un sogno tramutatosi nel giro di poco tempo in un dispiacere. “Ci sono rimasto molto male. La mia volontà era chiara, uno rinuncia a tanti soldi, ma dall’altra parte non ho mai visto la volontà di riprendermi. Tanto verrà lo stesso, pensavano. Sì, io ho fatto alcuni errori, ma la mia vita privata riguarda solo me”. Ora, dopo aver rescisso il contratto che lo legava all’Inter, Nainggolan è pronto ad affrontare la sua prossima sfida professionale. Cagliari, ormai, è un ricordo alle spalle. “Pensavo di chiudere lì, poi la trattativa si è interrotta misteriosamente”.