Empoli-Inter, i toscani sospendono vendita biglietti settore ospiti

empoli-udinese 1-0EMPOLI INTER, CASTELLANI CHIUSO AGLI OSPITI- A seguito degli scontri ieri sera a margine di Inter-Napoli, e dei provvedimenti presi dalla Procura contro la curva nerazzurra, l’Empoli ha comunicato di aver sospeso la vendita dei biglietti per il settore ospiti per la gara di sabato 29 dicembre. I toscani ospiteranno al Castellani proprio la squadra di Spalletti, reduce dalla vittoria contro il Napoli ma protagonista involontaria quanto indiretta di quanto accaduto sia fuori dallo stadio che sugli spalti. Cori di discriminazione territoriale e razzisti nei confronti dei partenopei e di Koulibaly, episodi che hanno portato alle sanzioni di chiusura di San Siro per due gare e della curva nerazzurra per un’ulteriore partita. In questo contesto vietate anche le trasferte ai tifosi interisti, partendo proprio da quella di Empoli. Una trasferta che potrebbe mettere in allarme anche in fantallenatori per alcune scelte tattiche da parte dei due allenatori. Su www.fantagazzetta.com ultimissime e dettagli sulle probabili formazioni di Empoli-Inter

Empoli Inter, trasferta vietata

Dopo la riunione del Gruppo Operativo di Sicurezza (GOS) l’Empoli ha provveduto alla sospensione della vendita dei tagliandi per la partita di sabato 29. In un comunicato, la società ha infatti informato circa il suo provvedimento: “L’Empoli FC comunica che, a seguito della riunione del Gos, il gruppo operativo di sicurezza, avvenuta questa mattina è stata sospesa la vendita dei tagliandi del Settore Ospiti e della Tribuna Laterale Sud dello Stadio Carlo Castellani per la gara Empoli-Inter, in programma sabato 29 dicembre alle ore 15.00. A seguito di eventuali nuove disposizioni da parte dell’Osservatorio Nazionale sulle Manifestazioni Sportive, saranno fornite precise informazioni per tutti coloro che ad oggi sono in possesso di regolare tagliando per i suddetti settori, già acquistato in precedenza”.

Leggi anche: Inter, i provvedimenti contro i tifosi nerazzurri

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *