Juventus-Fiorentina, Allegri in conferenza: “Chiudere il campionato, poi il futuro”

(Photo by Marco BERTORELLO / AFP) (Photo credit should read MARCO BERTORELLO/AFP/Getty Images)

JUVENTUS FIORENTINA – Si prospetta un sabato di campionato dolce amaro per la Juventus. Dolce, perché nella gara di domani contro la Fiorentina i bianconeri potrebbero festeggiare l’ottavo scudetto consecutivo. Amaro, perché la ferita dell’eliminazione dalla Champions League non si è ancora rimarginata. La Juve deve ripartire e domani ha l’occasione di festeggiare il tricolore con 5 giornate di anticipo: basterà un punto contro la Fiorentina di Montella per chiudere definitivamente i giochi e festeggiare dopo la delusione di martedì sera.

Ieri la Juventus è tornata in campo dopo il mercoledì di riposo concesso da Allegri ai suoi giocatori. I bianconeri hanno svolto l’allenamento in preparazione della sfida di domani alle ore 18:00 e hanno visto un nuovo forfait di Khedira: il centrocampista, che in stagione è stato più ai box che in campo, ha accusato problematiche al ginocchio destro che ora sono in corso di accertamento e per le quali si rende necessario un approccio chirurgico.

Leggi anche: Dybala, due settimane out

Juventus Fiorentina, Allegri in conferenza

Alle ore 13:00 si oggi è attesa la conferenza stampa di Max Allegri. Si parlerà ovviamente di cosa ha lasciato nella mente (e nelle gambe) la gara di martedì, di come poter ripartire e anche di futuro. Allegri e Agnelli hanno annunciato di voler continuare insieme, ma si vedranno a fine mese per poter definire il tutto.

“Dobbiamo chiudere lo scudetto, abbiamo smaltito la delusione della Champions, va accettata e bisogna andare avanti. Il risultato non possiamo cambiarlo, non dobbiamo trovare alibi perché questo è un modo che usano quelli che non vincono. Dobbiamo accettare il verdetto del campo.”

“Quando abbiamo vinto lo Scudetto, da quel momento lì verrà programmata l’annata futura. Con lucidità, senza entusiasmo né depressione dati dai risultati. Ora siamo concentrati, sul futuro ne parleremo”.

Già avete un’idea sul rinnovo del contratto o si va avanti di anno in anno? “Non abbiamo parlato di nulla, eravamo concentrati sulla Champions e ora sul campionato. Dobbiamo festeggiare perché lo scudetto va celebrato e perché portiamo a casa il 50% delle competizioni alle quali abbiamo partecipato.”

La gestione del finale di stagione come sarà? Cercare il record oppure dare spazio a chi ha giocato meno? “Prima di tutto chiudiamo i conti poi ci rimangono 5 partite in cui abbiamo molti big match, sono gare importanti dove la Juventus deve giocare per fare risultato, non possiamo andare in giro a fare figuracce. Da questo momento abbiamo degli infortunati certi: Perin, Khedira, Mandzukic che forse hanno finito la stagione“.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *