Scontri Fiorentina-Atalanta, Percassi: “Vogliamo la verità”

Scontri Fiorentina Atalanta
VERONA, ITALY - OCTOBER 21: Atalanta BC fans during the Serie A match between Chievo Verona and Atalanta BC at Stadio Marc'Antonio Bentegodi on October 21, 2018 in Verona, Italy. (Photo by Alessandro Sabattini/Getty Images)
Scontri Fiorentina Atalanta
VERONA, ITALY – OCTOBER 21: Atalanta BC fans during the Serie A match between Chievo Verona and Atalanta BC at Stadio Marc’Antonio Bentegodi on October 21, 2018 in Verona, Italy. (Photo by Alessandro Sabattini/Getty Images)

SCONTRI FIORENTINA ATALANTA – “Vogliamo solo la verità. Chiediamo che sia fatta luce su quanto accaduto mercoledì notte a Firenze. Abbiamo visto, con sgomento, le immagini che circolano sui media. Non amiamo i processi sommari ma crediamo fortemente nella giustizia e nella lealtà dei comportamenti e per questo riteniamo opportuno che quanto successo, e documentato con immagini e testimonianze, sia oggetto di approfondimenti”. Così l’Atalanta in una nota, pubblicata sul proprio sito ufficiale, chiede chiarezza in merito agli scontri di mercoledì sera a Firenze al termine della semifinale di andata della Coppa Italia terminata 3-3 e le reciproche accuse tra la Polizia e i tifosi nerazzurri.

Scontri Fiorentina Atalanta, la ricerca della verità

“Siamo per la legalità e per la tutela delle forze dell’ordine -aggiunge il comunicato del club bergamasco-, che svolgono un importante servizio a garanzia della sicurezza pubblica, ma la denuncia sollevata dai tifosi impone, da parte del Ministero degli Interni e di tutte le Autorità competenti, un elevato grado di attenzione per difendere i diritti anche di chi segue lo sport ed il calcio”.

-> Leggi anche: Fiorentina-Atalanta, scontri tra tifosi e polizia al termine del match

Scontri Fiorentina Atalanta, la condanna della violenza

“La violenza, da qualsiasi parte arrivi, non è tollerabile e l’Atalanta sarà sempre in prima fila perché solo la passione sportiva e la sana competizione siano i fenomeni trainanti per il nostro calcio. Non potevamo rimanere silenti di fronte a certe immagini e la speranza di tutti, cittadini e sportivi, è che su questi episodi sconcertanti sia fatta totale chiarezza e che i colpevoli, chiunque siano, vengano puniti secondo giustizia”, conclude la nota. Si attende in giornata una risposta ufficiale delle forze dell’ordine.